Home > News > Il rally di Bitcoin è una bolla, avverte analista di Bank of America

Il rally di Bitcoin è una bolla, avverte analista di Bank of America

Il capo degli analisti degli investimenti di Bank of America prevede una bolla bitcoin

Michael Hartnett, principale stratega degli investimenti di Bank of America Securities, crede che il recente rally della criptovaluta sia una bolla, paragonandola alle altre enormi bolle economiche della storia. Venerdì ha spiegato che il continuo aumento del prezzo di bitcoin (BTC) potrebbe essere un altro caso di mania speculativa.

Secondo Hartnett bitcoin sarà la “madre di tutte le bolle” a causa della sua attuale condizione. Egli ritiene che la massiccia azione inflazionistica dei prezzi sui mercati abbia aiutato il rally della criptovaluta negli ultimi due mesi. Ha aggiunto che l’impennata dei prezzi di BTC da inizio 2019 è superiore al 1.000%, superando i guadagni registrati da altre attività finanziarie negli ultimi decenni.

Questa bolla del BTC potrebbe superare l’impennata del prezzo dell’oro di oltre il 400% degli anni ‘70, le azioni giapponesi degli anni ‘80 e quelle thailandesi alla fine degli anni ‘90. Hartnett ha paragonato il rally del bitcoin ai prezzi delle case a metà degli anni 2000 e alla bolla delle dot.com di fine anni ‘90. Egli ha sottolineato che questi rally hanno tutti sperimentato guadagni percentuali a tre cifre prima di crollare. Al suo culmine, bitcoin ha sperimentato un guadagno percentuale a quattro cifre, superando le prestazioni delle altre attività finanziarie.

Lo stratega della Bank of America non ha detto che il prezzo del bitcoin precipiterà come nelle precedenti bolle. Tuttavia egli descrive l’impennata dei prezzi delle criptomonete come un esempio di comportamento d’investimento molto speculativo.

Nonostante il suo recente rally e i suoi forti fondamenti, il rally della criptomoneta attira ancora degli scettici. Il mese scorso David Rosenberg, capo economista della Rosenberg Research, ha messo in guardia dalla bolla bitcoin, ritenendo che la criptovaluta non abbia alcun fondamento a sostegno della performance. Rosenberg accusa gli investitori di non capire come funziona l’offerta di bitcoin.

L’economista ha detto: “Tutti sembrano credere che arriveremo a quei 21 milioni di coin del limite di fornitura, ma non c’è nulla nel protocollo che suggerisca che la fornitura di bitcoin non possa salire una volta raggiunto quel limite”.

Bitcoin nel 2020 ha goduto di una performance stellare con un aumento del 400% durante la pandemia. Il rally prosegue in questo inizio di 2021, ed ha raggiunto i 40 mila USD la scorsa settimana. Ora il prezzo della criptomoneta si è raffreddato ed è scambiato a 35.000 USD.

Etichette: