Ultime Notizie

Il vero Bitcoin è BTC o BCH? Ci sarà una causa legale?

0 Commenti

Per coloro che non sono pratici della politica bizantina di Bitcoin, potrebbe sembrare strano vedere Ragnar Lifthrasir, un autodescritto “appassionato sostenitore del bitcoin”, desiderare l’incarcerazione di un fervente evangelista della comunità una volta spesso chiamato “Bitcoin Jesus”. Ma Lifthrasir non è il solo a voler rinchiudere Ver una seconda volta. Ver, infatti, è stato condannato a 10 mesi di carcere nel 2002 per aver venduto esplosivi su eBay. La sua accusa è stata retweettata oltre 500 volte in poco più di 24 ore. Inoltre un thread su Reddit sullo stesso argomento contiene molteplici accuse di frode e di richieste di incarcerazione.

I dettagli

Le accuse sono iniziate sono scaturite da uno strumento per visualizzare i dati su Bitcoin.com, un sito educativo che Roger Ver possiede. Il block explorer sul sito etichetta BCH come Bitcoin e BTC come Bitcoin Core. Solitamente la situazione è presentata nel modo opposto. E per molti, come Lifthrasir, quella leggera deviazione da come la maggioranza definisce le due criptovalute concorrenti è stata l’ultima goccia che fa traboccare il vaso. Infatti, dopo quasi un anno di lotte tra le due parti, alcuni utenti di Reddit sono arrivati al punto di chiedere alle persone di segnalare Bitcoin.com all’Internet Crime Complaint Center dell’FBI. Per giunta, un gruppo di Telegram chiamato “Bitcoin.com lawsuit crowdfund” ha anche raccolto più di 900 membri.

Anche coloro che hanno espresso positività verso la blockchain BCH e il suo valore potenziale come un’ulteriore sperimentazione sul mercato, sono spesso rimasti sconcertati. Un membro della comunità anonimo intervistato ha affermato:

“Mentre va bene per avere l’opinione personale che il BCH è più simile a quello che è stato descritto nel whitepaper del Bitcoin, presentare il BCH stesso come bitcoin su un sito web commerciale visitato da migliaia di neofiti ogni giorno cercando di conoscere il bitcoin reale è solo ingannevole e fraudolento”

Una questione poco chiara

Questa è solo l’ultima manifestazione di un dibattito di lunga durata su chi o cosa definisce il Bitcoin. È il codice? Il whitepaper? O forse è il caso, come ha sostenuto l’ingegnere Casa Jameson Lopp, “Non c’è sito web, forum, account di social media, fondazione, repository di codice, conferenze, alleanza di imprese, o organizzazione di qualsiasi tipo che definisce il Bitcoin”. Certamente, ci sono state interpretazioni diverse, un fatto aggravato dalla mancanza di un accordo chiaro su un punto di riferimento comune. La convinzione di Ver, che ha espresso più volte nel corso degli anni, è che il vero bitcoin deve soddisfare “la visione di Satoshi” di un “sistema di denaro elettronico peer to peer”, un termine stabilito nel whitepaper originale, pubblicato nel 2009.

Infatti, il software di Bitcoin ha introdotto più di una interpretazione nel corso degli anni. Questo anche se l’obiettivo è sempre stato lo stesso. O meglio aiutare chi esegue il software a giudicare la validità di una cronologia delle transazioni se e quando ci sono versioni concorrenti. Ad oggi, il programma include un componente chiamato “logica della catena migliore” nelle sue regole di consenso, anche se è diverso da come era originariamente. Infatti, al momento del lancio, la regola affermava che la corretta catena di blocco bitcoin era la “catena più lunga”, quella con il maggior numero di blocchi di dati forniti dai minatori. Molto presto, però, quella regola è stata cambiata per seguire la catena con la maggior “prova di lavoro”, la potenza di calcolo spesa dai minatori, che aggiorna e protegge la catena del blocco.

La comunità non è sempre stata divisa

Gli sviluppatori hanno ampiamente concordato sul fatto che il cambiamento era in meglio. In particolare, era ampiamente sostenuto che la logica della “catena più lunga” era errata. Tuttavia, è degno di nota che la “catena più lunga” è stata un elemento della discussione per anni, anche se spesso evocata dalle aziende nel dibattito che ha portato alla fork di bitcoin cash e successivamente in altri dibattiti.

Modo controverso per mostrare una posizione controversa?

Tuttavia, mentre il punto di Ver può essere radicato in un vecchio dibattito, sono i metodi usati per diffondere le sue opinioni che sembrano provocare oltraggio. Venerdì, per esempio, Ver ha tweettato una lista di tutti i motivi per considerare software “Bitcoin”. Tra questi, ovviamente, sono compresi criteri che egli accredita al BCH. Ad esempio tariffe basse e pagamenti veloci e affidabili. In realtà, è arrivato al punto di sostenere che BCH batte BTCin ogni categoria, ad eccezione di “catena più lunga, con più potenza di calcolo”. Questo perché il BTC ha una rete di miner più grande e dispone decisamente di più potenza di calcolo.

Da allora, tuttavia, le tensioni hanno continuato a essere forti, soprattutto perché Ver continua a riferirsi al BCH come Bitcoin. Tuttavia, Ver ha difeso le sue azioni e ha respinto la minaccia di contenzioso. Questo dicendo che “sembra strano” visto che “Bitcoin è open source e senza bisogno di consensi”. Ver crede, in breve, che non ha bisogno di nessuno o niente per dettare quello che crede che sia il Bitcoin. In una conferenza tenutasi ad aprile, ha detto che rifiutare di accettare il BCH come il vero bitcoin ritarda l’adozione della tecnologia, e che ciò “significa che più bambini stanno morendo nei paesi di tutto il mondo”. L’utente di Twitter Armin van Bitcoin, per esempio, ha accusato Ver di promuovere “veleno per topi” pubblicizzando BCH come Bitcoin.

Una comunità divisa

Nel frattempo, gli sviluppatori appaiono un po’ più agnostici a riguardo di simili conflitti. Alla domanda, alcuni rappresentanti del gruppo di volontari hanno osservato che non c’è una vera risposta su cosa costituisca il Bitcoin, a causa della natura decentralizzata del software. “In definitiva, penso che personalmente non si possa definire obiettivamente bitcoin, e ho provato,” ha detto un sostenitore di vecchia data di BTC, che va sotto lo pseudonimo ‘Shinobimonkey’. E ci sono molte ragioni per essere di questa idea.

Elizabeth Stark, CEO di Lightning Labs (l’azienda dietro Lightning Network), è di un’idea simile. Supponiamo che un governo “attaccato” la blockchain Bitcoin e poi è entrato in possesso della “catena più lunga valida” e può cambiare le sue regole. Questo non sarebbe necessariamente bitcoin, ha sostenuto. “Bitcoin è una credenza collettiva condivisa in cui la validità della catena più lunga è un fattore”, ha detto. Altri hanno osservato che anche altri quadri decisionali sono inadeguati. “Se qualcuno che lavora per Ford Motors ha lasciato, e ha costruito una nuova azienda automobilistica che è diventato più prezioso di Ford, non magicamente solo diventare Ford Motors,” Shinobimoney ha detto, aggiungendo che secondo lui “a questo punto si tratta di “incumbency“”.

È probabile una causa?

Eppure, è quasi certo che qualcuno cercherà di citare in giudizio Ver a questo punto, ma secondo Jason Siebert, un avvocato del settore delle criptovalute, le loro prospettive di successo sono fioche. “Le uniche persone in diritto sarebbero quelle che hanno acquistato BCH invece di BTC pensando fosse bitcoin”, ha scritto recentemente. Anche se i privati avessero tentato un’azione civile, questa non avrebbe potuto che dar luogo a ordinanze di azioni correttive o a sanzioni pecuniarie. Ver non sarebbe finito in carcere, due avvocati specializzati in criptovaluta confermano.

In teoria, il Dipartimento di Giustizia potrebbe presentare accuse di frode penale contro Ver. Per questo motivo, le sue azioni dovrebbero soddisfare il rigoroso standard di “intento specifico di frodare persone specifiche”. Come sottolinea Matt Gertler, analista e consulente di Digital Asset Research, l’insistenza pubblica di Ver sul fatto che BCH è il vero Bitcoin potrebbe rendere “difficile dimostrare che ha consapevolmente travisato la verità”. Cosa c’è di più, questi punti sono discutibili. Questo perché Bitcoin.com non vende BCH negli Stati Uniti. Nelle giurisdizioni in lo vende, la pagina distingue chiaramente tra Bitcoin Cash e Bitcoin Core, non c’è alcuna opzione per l’acquisto di semplicemente “Bitcoin”. Quindi no, Ver tornerà in prigione, ma il suo atteggiamento ha portato la discussione ad un nuovo livello.

Rate this post

Aggiungi un commento

Investire è speculativo. Quando investi il ​​tuo capitale è a rischio. Questo sito non è destinato all’uso in giurisdizioni in cui la negoziazione o gli investimenti descritti sono proibiti e dovrebbero essere utilizzati solo da tali persone e in modi consentiti dalla legge. Il tuo investimento potrebbe non essere idoneo per la protezione degli investitori nel tuo paese o stato di residenza, pertanto ti preghiamo di condurre la tua due diligence. Questo sito Web è gratuito per l’utente, ma potremmo ricevere commissioni dalle società che pubblichiamo su questo sito. Clicca qui per maggiori informazioni.