Home > News > In arrivo l’adozione di massa di criptovalute, secondo Wirex & Stellar

In arrivo l’adozione di massa di criptovalute, secondo Wirex & Stellar

Un sondaggio tra gli utenti di Stellar e Wirex identifica i punti deboli, e i potenziali casi d’uso, delle criptovalute

Lo Stellar Development Fund, in collaborazione con la piattaforma di pagamento digitale Wirex, ha annunciato ieri la pubblicazione di una nuova ricerca sulle criptovalute. 3.834 clienti Wirex e Stellar sono stati intervistati in 89 paesi, e i risultati indicano problemi specifici dei clienti, nonché l’identificazione di casi d’uso di criptovaluta nel mondo reale.

Uno dei risultati interessanti della ricerca è stato che l’età non sembra essere un ostacolo all’adozione della tecnologia blockchain: il 57,2% degli intervistati aveva almeno 45 anni, con una cifra più alta per gli europei e più bassa per quelli dell’Asia-Pacifico. Il rapporto ha anche affermato che il 26,1% delle donne di età compresa tra 55 e 64 anni aveva investito in criptovaluta rispetto al 14,3% degli uomini nella stessa fascia di età. In effetti, Wirex ha condiviso una ricerca oggi che ha suggerito che la percentuale di persone nelle criptovalute che sono donne è aumentata da appena il 2% nel 2016 al 43% nel 2020.

Sembrerebbe che un possibile caso d’uso per le criptovalute siano i pagamenti internazionali. Tre quarti degli intervistati aveva inviato denaro all’estero e più del 40% lo aveva fatto tramite un sistema di pagamento online. Tuttavia, le commissioni di transazione di criptovaluta dovrebbero essere mantenute basse per l’adozione di massa, poiché circa la metà degli intervistati ritiene che anche una commissione di transazione dell’1% sia troppo alta.

Mentre le criptovalute sembrano diventare più mainstream, le stablecoin hanno ancora molta strada da fare. Sebbene l’83% degli intervistati possedesse risorse digitali, il 75% non aveva mai sentito parlare di stablecoin. Tuttavia, i consumatori sono decisamente aperti ad alternative ai metodi di pagamento tradizionali: quasi tre quarti degli intervistati ha affermato di considerare i pagamenti di asset digitali/stablecoin come una valida alternativa ai servizi di trasferimento di denaro tradizionali, con elevate commissioni di transazione che sembrano essere il fattore trainante.

L’adozione della criptovaluta ha visto un recente aumento, con circa 40 milioni di persone che la stanno già utilizzando in qualche modo. Il rapporto afferma inoltre che il numero di utenti del portafoglio blockchain è aumentato del 240% negli ultimi tre anni. Sebbene l’86,1% degli intervistati si senta sicuro nell’usare le criptovalute, c’è ancora molta strada da fare sulla strada per l’adozione di massa. I timori sulla sicurezza sembrano aumentare con l’età, ed è necessaria una maggiore istruzione per superarli, così come le preoccupazioni derivanti dalla “Crypto Bubble” del 2017.

Nei prossimi mesi, le principali parti interessate forniranno commenti, pensieri e approfondimenti sui risultati del rapporto, che saranno pubblicati sul blog di Wirex. Hanno anche in programma di svolgere ulteriori ricerche su un pubblico più ampio, che saranno rivelate nel prossimo futuro.