John McAfee arrestato per evasione fiscale

McAfee è accusato di aver occultato il possesso di criptovalute, beni immobili e altre proprietà allo scopo di evadere le tasse negli USA

Sito web e logo McAfee sotto lente d’ingrandimento
McAfee è l’uomo dietro il noto antivirus e la creazione della moneta Ghost

John McAfee, il pioniere dei software antivirus e del periodo d’oro delle criptovalute, è stato arrestato in Spagna con l’accusa di evasione fiscale negli USA per non aver presentato la dichiarazione dei redditi. In passato McAfee aveva apertamente dichiarato sui social di essere un evasore.

McAfee inoltre è accusato dalla SEC per aver promosso numerose ICO senza aver reso noto di essere stato pagato per la pubblicizzazione delle ICO, e per aver falsamente dichiarato di essere stato un investitore e/o un consulente tecnico delle token sale.

McAfee aveva profusamente documentato sui social network le sue attività, il che ha dato alle autorità il vantaggio di rintracciarlo e arrestarlo con l’accusa di evasione fiscale. Il programmatore ha guadagnato milioni di dollari promuovendo le criptomonete, senza mai dichiarare nulla dal 2014 al 2018.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha spiegato che McAfee ha evaso le sue responsabilità come contribuente inviando i fondi su conti gestiti da prestanome.

“John McAfee ha guadagnato milioni dalla promozione di criptovalute, consulenze, impegni in meeting e dalla vendita dei diritti sulla storia della sua vita raccontata da un documentario. Dal 2014 al 2018 McAfee presumibilmente non ha presentato la dichiarazione dei redditi, nonostante abbia ricevuto un reddito considerevole da queste fonti”, spiega il dipartimento di giustizia in un comunicato.

“McAfee avrebbe evaso il fisco facendo convergere il suo reddito su conti bancari e conti in criptovaluta a suoi prestanome. L’accusa sostiene inoltre che McAfee ha tentato di raggirare l’IRS nascondendogli beni, tra cui beni immobili, un veicolo e uno yacht, intestandoli ad altri” si legge ancora nel comunicato.

McAfee, con oltre un milione di follower su Twitter, da anni ha abbracciato con orgoglio il suo stile di vita da fuggiasco. Egli ha sempre avuto anche il sogno di intraprendere una carriera politica e infatti aveva avviato la sua campagna presidenziale negli USA, ma senza successo. La crypto community vede in McAfee una fonte di intrattenimento per le sue pretese ai limiti, il suo stile di vita lussuoso e l’assoluto disprezzo per le regole e i regolamenti.

McAfee ha persino lanciato la sua criptomoneta dedicata alla riservatezza, si chiama Ghost. Ma le informazioni disponibili indicano che la sua criptomoneta non ha avuto un grande successo perché il suo coinvolgimento è stato minimo.

Al momento McAfee, il ribelle del mondo cripto, attende l’estradizione in Spagna. McAfee potrebbe ricevere fino a 5 anni di carcere per ciascun capo di accusa in merito all’evasione fiscale, e fino a 1 anno per il mancato versamento delle tasse.