KPMG lancia una piattaforma di gestione delle criptovalute per ospitare tipi di asset multipli

La KPMG Chain Fusion è progettata per aiutare il business nell’adozione delle criptovalute

Insegna KPMG
Lo strumento ha l’obiettivo di fungere da ponte tra i dati tradizionali e i sistemi di crittografia

KPMG, società di KPMG International, ha annunciato lunedì di aver lanciato KPMG Chain Fusion. Secondo la società di consulenza, KPMG Chain Fusion è stata realizzata per “aiutare a gestire i crypto asset e gli asset tradizionali sulle reti blockchain pubbliche e private.”

KPMG International è una tra le società di revisione contabile più importanti al mondo e fa parte delle “Big Four”, può contare su 219mila professionisti che lavorano in 147 nazioni in tutto il mondo.

La compagnia ha descritto Chain Fusion come “una suite in attesa di brevetto ma con capacità di analisi avanzate, costruita sui principali prodotti tecnologici e dati di crypto asset per ottimizzare la capacità delle società di servizi finanziari e del fintech ad offrire servizi per i crypto asset a livello internazionale”.

Il comunicato aggiunge anche che il prodotto è stato progettato per accelerare l’adozione delle capacità dei crypto asset con il supporto di una solida pianificazione dei dati.

Questa nuova piattaforma per le criptovalute aumenta la capacità delle aziende di effettuare analisi preventive per i casi d’uso fondamentali delle criptovalute, come la loro custodia, i portafogli, la prova di riserve e il monitoraggio delle transazioni antiriciclaggio (AML).

Dal momento che esistono molti istituti di servizi finanziari e aziende fintech che offrono servizi con le criptovalute, KPMG ha sottolineato che un numero crescente di aziende tradizionali sta offrendo servizi con le criptomonete anche su “blockchain pubbliche, con e senza permessi” di accesso.

Il sito web dell’azienda spiega che il funzionamento di un business con i crypto asset su scala istituzionale “dipende dalla capacità d’integrare in modo efficiente ed efficace i dati blockchain accanto alle infrastrutture di dati tradizionali”.

Il direttore del team KPMG Cryptoasset Service, Sam Wyner, ha detto anche che, mentre le attuali soluzioni di crypto technology sono in grado di soddisfare i requisiti di processo e di controllo all’interno dei propri sistemi, “la sfida maggiore è quella di far sì che i sistemi possano lavorare insieme”.

È qui che la nuova piattaforma di gestione delle criptovalute della società gioca un ruolo importante. Wyner ha spiegato che KPMG Chain Fusion affronta tali sfide “riunendo sotto lo stesso tetto questi sistemi con i processi e i controlli richiesti”.

“KPMG Chain Fusion è stata progettata per accelerare l’adozione istituzionale delle capacità di base, facendo leva su una tecnologia affidabile e sulla fornitura di servizi globali leader a supporto delle aziende che si impegnano in una crescente tassonomia di criptovalute e asset digitali”, si legge anche nel report.