La Cina chiude la piattaforma di scambio di criptovalute Token Better

I netizen credono che qualcosa non vada con la piattaforma

Un'immagine di Bitcoin sulla bandiera cinese
Le normative sulle criptovalute sono diventate più severe in Cina

Lo scambio di criptovalute Token Better con sede a Singapore non è accessibile ai clienti in Cina.

I clienti della piattaforma hanno provato ad accedere allo scambio ieri e hanno scoperto di non poter utilizzare la piattaforma. Inoltre, non è stato possibile aprire il sito Web. Gli utenti perplessi sono stati anche informati che non potevano recuperare nessuno dei fondi che avevano investito utilizzando la piattaforma.

L’ultima attività sui social media della piattaforma è stata il 15 ottobre.

I dirigenti responsabili della piattaforma Token Better sarebbero stati indagati da metà ottobre. Ciò significa che i clienti non possono ritirare i propri fondi.

Le discussioni tra i netizen sono state tese, poiché i membri della comunità crypto credono che qualcosa non vada. Colin Wu, un noto appassionato di criptovaluta e giornalista, suggerisce che la società è stata bloccata dalla Cina perché il paese la vede come una minaccia per lo yuan digitale.

Come parte degli sforzi per garantire che la valuta digitale (CBDC) della Banca centrale cinese (PBC) della Banca centrale cinese (PBC) sarà adeguatamente adottata dalla comunità, il paese sembra voler reprimere una varietà di scambi di criptovaluta. Dopo OKEx, Token Better con sede a Singapore è il prossimo scambio che è stato bloccato nel paese.

“Dopo OKEx e Huobi, un altro scambio dalla Cina, Token Better, è stato indagato dalla polizia nel Sichuan, in Cina. In precedenza, ha affermato di aver ricevuto un investimento di $ 50 milioni in dollari USA, ma la probabilità è esagerata “, ha affermato Wu.

L’exchange di criptovalute OKEx ha dovuto sospendere tutte le attività di prelievo il 16 ottobre, lo stesso giorno della piattaforma Token Better, dopo che il capo dell’azienda è stato preso in custodia. Star Xu era sospettato di attività criminale ed è attualmente agli arresti domiciliari.

Poiché Xu è l’unico detentore delle chiavi per la piattaforma, OKEx non è in grado di condurre transazioni. Le chiavi private sono spesso necessarie per facilitare, consentire e condurre il flusso di criptovaluta.

Lo yuan digitale è in fase di test e ha terminato i test pilota su più città in tutto il paese. La PBC ha ora in programma di condurre un altro round di test nella capitale Pechino e, per integrare questi sforzi, è stata avanzata una proposta per costruire una zona di libero scambio dedicata alla ricerca e allo sviluppo di criptovalute e ad altre tecnologie finanziarie correlate all’interno della città.