Home > News > La filiale mineraria di Bitcoin di SBI Holdings diventa pubblica

La filiale mineraria di Bitcoin di SBI Holdings diventa pubblica

Il mining pool è dotato di funzionalità avanzate rivolte a clienti istituzionali, si legge nell’annuncio

SBI Crypto, la filiale mineraria del conglomerato finanziario giapponese SBI Holdings, ha annunciato oggi che il suo pool di mining di criptovaluta sarà ora aperto al pubblico in generale. Il mining pool di Bitcoin, che ora si colloca all’undicesimo posto a livello globale, è il risultato di una partnership strategica tra SBI e l’azienda tecnologica tedesca Northern Data AG.

Il pool estrarrà tre criptovalute vale a dire Bitcoin (BTC), Bitcoin Cash (BCH) e Bitcoin Satoshi Vision (BSV), con entrate previste rispettivamente di $0,3897, $0,3805 e $0,3519 misurate in dollari per terahash al giorno.

“SBI Crypto ha fatto mining di risorse digitali nelle mining farm estere dall’agosto 2017 e continua ad espandere la sua dimensione. La società utilizzerà la sua attuale potenza mineraria di circa 1,1 EH/s per supportare e fornire stabilità al pool”, il gigante finanziario ha riassunto le sue attività minerarie nell’annuncio.

Con il mining pool che ora diventa pubblico, i nuovi utenti possono richiedere un account a differenza della prima versione limitata del pool all’inizio di quest’anno. Gli utenti dovrebbero essere in grado di registrarsi al pool minerario senza dover richiedere un account entro aprile. La piattaforma offrirà servizi non solo in inglese e giapponese, ma anche in mandarino, ha rivelato l’annuncio.

Inoltre, SBI rileva che, sebbene il pool sia dotato di una serie di caratteristiche uniche che sono state personalizzate in base alle esigenze della clientela istituzionale, i singoli clienti potranno comunque utilizzare il servizio.

Dall’introduzione di un servizio di prestito Bitcoin attraverso la sua sussidiaria di investimento in criptovaluta SBI VC Trade all’acquisizione dell’exchange di criptovalute TaoTao tramite il suo braccio di cambio e derivati, SBI Holdings ha mostrato un vivo interesse a far parte di molteplici iniziative di criptovaluta attraverso le sue varie sussidiarie.

Lo scorso dicembre, SBI ha collaborato con la principale borsa svizzera SIX Swiss Exchange per annunciare un progetto congiunto relativo alle criptovalute. Il gigante finanziario ha anche recentemente accennato a ulteriori iniziative legate alle criptovalute in collaborazione con società finanziarie straniere nel prossimo futuro.

SBI è stata anche ampiamente coinvolta con Ripple e ha supportato la società di criptovaluta attraverso i suoi problemi legali negli Stati Uniti. Il CEO di SBI Yoshitaka Kitao ha anche affermato in precedenza che, se Ripple fosse costretto a lasciare gli Stati Uniti, il Giappone sarebbe il paese più probabile per un possibile trasferimento.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.