Home > News > La IPO dell’azienda australiana di acquacoltura accetta Tether

La IPO dell’azienda australiana di acquacoltura accetta Tether

29 October, 2020 By Lacie-Mae Durham

Il West Coast Aquaculture Group (WCA) condurrà la prima IPO che accetta criptovalute in Australia

Stax, una piattaforma di raccolta di capitali in criptovaluta con sede a Melbourne in Australia, ha annunciato che uno dei suoi clienti ha deciso di condurre la sua IPO accettando moneta virtuale, si tratterà della prima a farlo nel Paese.

Il West Coast Aquaculture Group (WCA) si è così aperto ai cripto investitori che intendono partecipare alla sua offerta pubblica. Gli investitori potranno comprare azioni della compagnia utilizzando Tether (USDT) o il dollaro australiano (AUD). USDT è stato scelto tra le altre criptomonete per la sua popolarità, paragonabile a Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH), perché offre una migliore stabilità di prezzo.

La IPO sarà gestita da Agile Legal e da Stax.

L’amministratore delegato di Stax, Kenny Lee, ha sottolineato che le stablecoin sono molto più capaci di esaltare i benefici delle criptovalute perché non sono così volatili come gli altri asset digitali.

“L’accettazione dell’USDT in una IPO è una scelta trasformativa in Australia e un significativo passo avanti verso l’adozione delle criptovalute in generale. Prepara la strada per il futuro dei mercati dei capitali”, ha dichiarato Lee.

Egli ha inoltre rivelato che Stax in futuro potrebbe fornire il supporto per altre stablecoin.

“Stiamo rendendo democratico l’accesso a un mercato ostico per gli investitori d’oltreoceano, e questo a lungo termine andrà a beneficio delle società australiane”, ha aggiunto.

WCA è responsabile della gestione di uno dei più grandi allevamenti marini di Langkawi, in Malesia, dove la sua produzione primaria è la raccolta di pesce fresco di Grouper per clienti all’ingrosso e al dettaglio della Malesia, di Singapore e Hong Kong. I capitali raccolti dall’impresa serviranno a finanziare l’espansione, come l’acquisto di nuovi incubatori e vivai.

La società offre tra i 10 e i 14 milioni di azioni al prezzo di 0,50 dollari cadauna, e rappresentano tra l’8,78% e l’11,87% del totale disponibile. L’obiettivo minimo di WCA è di raccogliere 5 milioni di dollari. Al termine dell’aumento di capitale la società lavorerà per far fruttare le proprie azioni sulla Borsa di Sydney (SSX). L’inizio delle negoziazioni è previsto per il 19 novembre prossimo.

L’AD di SSX, Michael Go, ha espresso la sua approvazione a Stax per il ruolo svolto nel facilitare una raccolta di capitali sostenuta anche dall’USDT.

“Come sostenitore dell’innovazione nei mercati dei capitali, la Borsa di Sydney plaude alla Stax per la sua capacità di facilitare il finanziamento delle aziende con USDT. Si tratta di un primo e storico sviluppo nel mercato australiano che aprirà un nuovo futuro alla raccolta dei capitali, in particolare per le aziende in crescita”, ha riferito.

Tags: