Ultime Notizie

La LG apre una piattaforma blockchain chiamata “Monachain”

0 Commenti

La filiale informatica del gigante dell’elettronica LG ha lanciato la sua piattaforma blockchain enterprise. Questa è destinata ad essere applicata in una serie di settori tra cui la finanza e la produzione.

I dettagli

Chiamata ‘Monachain’ da LG CNS, la piattaforma blockchain sarà incentrata ad utilizzi ben determinati della tecnologia. Monachain è una parola che combina “Monna Lisa”, un dipinto ad olio creato da Leonardo da Vinci e “chain” dalla blockchain. Dato che la parola mona significa regina in greco, la società ha aggiunto Monachain significa anche regina delle blockchain.

L’utilità del servizio offerto

In particolare offrirà servizi di autenticazione digitale, gestione della catena di approvvigionamento, e valuta digitale (criptovalute). Per i servizi di certificazione digitale, ad esempio, Monachain ha dichiarato di utilizzare un identificatore decentralizzato (DID). Questo è un nuovo tipo di identificatore destinato all’identità digitale verificabile. Con il sistema DID, gli utenti Monachain possono facilmente identificarsi, trasferire denaro o pagare online con il loro dispositivo intelligente, ha detto l’azienda. Questo è quanto è stato riferito da un rapporto di Korea Times.

Sviluppo delle criptovalute un servizio offerto

Curiosamente, Monachain consente anche ai partecipanti di creare i propri portafogli di criptovaluta. Questo porta al potenziale che i governi locali emettano valuta locale e pagamenti agli utenti finali su blockchain, ha riferito LG CNS. Inoltre è stato rivelato che sta lavorando ad un’infrastruttura bancaria di comunità con le banche commerciali. Questa consentirebbe loro di emettere e distribuire valuta digitale attraverso una piattaforma blockchain, ha rivelato Yonhap. L’azienda ha aggiunto in un comunicato:

“Inoltre, Monachain può aiutare gli imprenditori ad aumentare la produttività. Questo in quanto l’azienda fornisce un sistema digitale di gestione della catena di approvigionamento che consente ai fornitori di gestire l’intero processo di produzione in modo efficiente.”

Monachain utilizza un identificatore decentralizzato per abilitare l’identità digitale verificabile. In questa i partecipanti alla blockchain saranno in grado di autoverificare la loro identità su uno smartphone prima di effettuare un pagamento o una rimessa. LG CNS ha annunciato per la prima volta i dettagli della sua prima blockchain a metà del 2017. La piattaforma si basa su Corda, un software di contabilità distribuito sviluppato dal consorzio globale blockchain bancario guidato dalla società R3 con sede a New York.

L’azienda ha anche guadagnato un’adesione alla Open Blockchain Industry Association (OBCIA) il mese scorso e parteciperà a “Hyperledger” entro la prima metà di quest’anno. “Hyperledger” è un progetto open-source e un hub per gli sviluppatori di lavorare sulle tecnologie blockchain. Il progetto mira a diventare una piattaforma attraverso le industrie finanziarie, bancarie, internet degli oggetti, della catena di fornitura, manifatturiere e tecnologiche.

Conclusione

La LG è l’ultima di una lunga serie delle maggiori aziende del settore della tecnologia che si uniscono allo sviluppo della blockchain. Anche la Huawei infatti offre servizi basati su questa tecnologia, per non parlare di come (per mezzo di una partnership con Sirin Labs) intende integrare DAPP e servizi finanziari decentralizzati (oltre una migliore sicurezza) nei suoi futuri smartphone. Al contempo anche Microsoft Azure permette l’utilizzo delle maggiori blockchain pubbliche (Bitcoin, Litecoin ed Ethereum) a scopo di autenticazione. Cosa interessante sopratutto vista l’ositilità verso le criptovalute del fondatore della Microsoft, Bill Gates, che le ritiene direttametne responsabili di morti.

Forse i due esempi di grandi aziende che dedicano i loro sforzi alla blockchain più degni di nota sono la IBM e Facebook. La IBM infatti che afferma che a breve verrà rilasciata una criptovaluta emessa da una banca centrale (sviluppata da loro) e Facebook ha istituito un team dedicato alla blockchain poco prima iniziassero a girare voci che la multinazionale considera la creazione di una propria criptovaluta. Insomma, sempre più attenzione viene dedicata allo sviluppo della blockchain, ora non resta che aspettare per vederne i frutti.

Rate this post

Aggiungi un commento

Investire è speculativo. Quando investi il ​​tuo capitale è a rischio. Questo sito non è destinato all’uso in giurisdizioni in cui la negoziazione o gli investimenti descritti sono proibiti e dovrebbero essere utilizzati solo da tali persone e in modi consentiti dalla legge. Il tuo investimento potrebbe non essere idoneo per la protezione degli investitori nel tuo paese o stato di residenza, pertanto ti preghiamo di condurre la tua due diligence. Questo sito Web è gratuito per l’utente, ma potremmo ricevere commissioni dalle società che pubblichiamo su questo sito. Clicca qui per maggiori informazioni.