Home > News > La valuta truffa DubaiCoin sale alle stelle del 1000% prima della smentita ufficiale

La valuta truffa DubaiCoin sale alle stelle del 1000% prima della smentita ufficiale

DubaiCoin è stato lanciato pochi giorni fa su un sito web falso ed è cresciuto di valore di oltre il 1000% prima di essere ufficialmente smascherato

DubaiCoin, presumibilmente lanciato pochi giorni fa, si era comportato in modo eccellente. Sviluppato da un’azienda che si fa chiamare Arabianchain Technology, ha affermato di essere la prima blockchain pubblica, decentralizzata e basata sul consenso nella regione MENA. Il 27 maggio, il Dubai Electronic Security Centre è venuto a conoscenza della moneta, definita la criptovaluta ufficiale di Dubai, ed è intervenuto postando questo avvertimento su Twitter:

La reale e legittima ArabianChain Technology ha successivamente preso le distanze dalla valuta, avvertendo che il link fornito nel comunicato stampa dub-pay.com/en/ è un falso:

Secondo il Khaleej Times, ArabianChain ha avviato un’indagine completa su come le sue credenziali siano state utilizzate in modo fraudolento. Le principali piattaforme di tracciamento delle criptovalute hanno ora rimosso la valuta falsa dai loro siti Web per evitare che altri investitori vengano attratti dall’impressionante tasso di crescita e perdano i loro fondi.

Il falso comunicato stampa aveva affermato che “DubaiCoin sarà presto in grado di essere utilizzato per pagare una gamma di beni e servizi sia in negozio che online, con la chiara intenzione di utilizzare la moneta al posto delle tradizionali valute sostenute dalle banche. La circolazione della nuova moneta digitale sarà controllata sia dalla città stessa che dai broker autorizzati”

L’impennata del valore della moneta ha contrastato l’andamento delle altre principali valute virtuali, come Bitcoin ed Ethereum, che hanno entrambe subito perdite di circa il 10% nell’ultima settimana. Secondo il sito crypto.com, quasi $600.000 in DubaiCoins sono stati scambiati prima dell’intervento delle autorità:

Facendo clic sul link fornito nel comunicato stampa ora si accede ad un sito Web bloccato.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.