Home > News > Le grandi aziende potrebbero non seguire la scelta di Tesla su Bitcoin: JPMorgan

Le grandi aziende potrebbero non seguire la scelta di Tesla su Bitcoin: JPMorgan

Gli strategist di JPMorgan non credono che le grandi aziende emuleranno la strategia di acquisto di bitcoin (BTC) di Tesla, nonostante il prezzo crescente della criptovaluta

Tesla ha fatto una importante dichiarazione a inizio settimana affermando di avere acquistato bitcoin per un valore di 1,5 miliardi di dollari e l’azienda intende anche accettare la criptovaluta come forma di pagamento. La notizia ha portato al rally del BTC e al raggiungimento di un nuovo massimo storico sopra il livello di 48.000 dollari.

A seguito di questa decisione, gli esperti hanno discusso se avrebbe avuto un effetto a catena e spinto altre aziende a investire nel mercato delle criptovalute. Nonostante l’aumento dei prezzi e l’aumento dell’interesse istituzionale nel bitcoin, gli analisti di JPMorgan non pensano che altre grandi aziende adotteranno la strategia di acquisto del bitcoin adottata da Tesla. Gli analisti guidati da Nikolaos Panigirtzoglou hanno scritto che i tesorieri aziendali probabilmente non adotterebbero il modello Tesla a causa della volatilità del bitcoin.

Secondo gli analisti, i portafogli di tesoreria aziendale sono composti da depositi bancari, fondi del mercato monetario e obbligazioni a breve termine, con una volatilità annuale di solito intorno all’1%. Allocare l’1% della loro liquidità di riserva nel bitcoin, invece, potrebbe portare ad un massiccio aumento della volatilità del portafoglio a causa della natura altamente volatile della criptovaluta. “Una tale allocazione potrebbe significare che la volatilità del portafoglio sale all’8% a causa dell’80% di volatilità annualizzata del bitcoin“, hanno scritto gli analisti.

Gli analisti ritengono che l’investimento della società Tesla nel bitcoin ha contribuito a spingere il prezzo verso nuovi massimi, mentre non è chiaro se altre grandi aziende seguiranno le orme. “L’annuncio di questa settimana ha cambiato bruscamente la traiettoria a breve termine del bitcoin, sostenendo gli afflussi e aiutando bitcoin a rompere sopra i 40k dollari“, hanno scritto gli analisti. Tuttavia, la sostenibilità dell’attuale rally dipenderebbe dagli investimenti fatti nei fondi meno speculativi come il popolare Grayscale Bitcoin Trust.

Gli analisti di JPMorgan non pensano quindi che altre aziende seguiranno la mossa di Tesla, ma il fondatore di Galaxy Digital, Michael Novogratz, crede che sia il contrario. Novogratz è convinto che ogni azienda negli Stati Uniti seguirà la decisione di Tesla di investire in bitcoin e la criptovaluta potrebbe presto raggiungere la soglia dei 100.000 dollari.

Bitcoin ha raggiunto un massimo di 48.000 dollari martedì dopo la notizia rilasciata da Tesla. Ma ha perso valore nelle ultime 48 ore e ora è scambiato vicino al livello di 45.000 dollari. La capitalizzazione di mercato del bitcoin si sta avvicinando a 1 trilione di dollari, e rimane la criptovaluta leader con un 61% di dominio del mercato.

Etichette: