L’halving potrebbe portare a un crollo di Bitcoin?

Gli esperti ritengono che il prezzo del Bitcoin potrebbe ridursi drasticamente dopo l’halving della prossima settimana.

L’ halving farà salire o precipitare il prezzo del Bitcoin?
Gli appassionati di criptovalute e gli esperti sono divisi sugli effetti dell’imminente halving sui prezzi dei bitcoin.

Bitcoin ha registrato notevoli guadagni nell’ultimo mese, con la criptovaluta che è cresciuta da $6.700 a $9.400 solo dal 20 al 30 aprile. Tuttavia, gli esperti temono che questi guadagni potrebbero presto cambiare a causa dell’halving.

Il dimezzamento è criptato per un evento collegato al codice bitcoin, che dimezza la ricompensa per blocco estratto ogni quattro anni. Questo era il tentativo di Satoshi Nakamoto di controllare l’inflazione. Dal 22 al 24 maggio verranno emessi solo 6,25 BTC invece degli attuali 12,5 BTC.

Gli esperti si sono rivolti ai dati storici nel tentativo di prevedere le conseguenze dell’halving, ovvero del dimezzamento, di quest’anno. È stato osservato che simili rally dei prezzi si sono verificati anche nelle settimane precedenti gli eventi di halving nel 2012 e nel 2016.

L’ halving del 2012 ha visto i prezzi iniziare a salire lentamente dopo l’evento. Ci sono voluti circa dodici mesi per i prezzi di Bitcoin per raggiungere quota $1.000, che era un massimo storico di allora.

Per quanto riguarda l’halving del 2016, avvenuta il 16 luglio, il prezzo del Bitcoin è sceso del 10% a $610, ma ha rapidamente recuperato ciò che ha perso ed è tornato alla sua posizione originale. Non c’erano prove sufficienti per collegare il taglio del tasso di conio del Bitcoin a un impatto a lungo termine sul suo prezzo.

Tuttavia, mentre l’impatto sul prezzo è stato incrementale immediatamente dopo l’evento, il mercato ha registrato un costante aumento nell’anno successivo. Alcuni credono che questi guadagni siano stati un risultato ritardato dell’evento di halving.

L’evento di quest’anno è notevolmente diverso perché sta accadendo nel bel mezzo della pandemia di Coronavirus. Il COVID-19 ha inferto un duro colpo all’economia globale e ha spinto le istituzioni finanziarie e i governi di tutto il mondo a trovare nuovi modi per stimolare il proprio sistema finanziario.

Considerando ciò, gli esperti ritengono che le persone siano più incentivate che mai a cercare alternative come il bitcoin, che diminuisce di numero ad ogni dimezzamento. Prevedono il verificarsi del ribassamento dei prezzi, i quali, però, sarebbero di breve durata, dato che il bitcoin è ben posizionato per fissare nuovi massimi nel prossimo anno.