L’uso della blockchain potrebbe ridurre la deforestazione – afferma l’azienda di lavorazione della carne

JBS SA è stata ripetutamente richiamata per i suoi collegamenti con aziende agricole che sono state sanzionate per deforestazione – ora pare che stiano facendo ammenda

Un'unità operativa JBS SA a Itajaí, nel Brasile meridionale
JBS SA è una delle più grandi aziende di lavorazione della carne al mondo

JBS SA, un’importante azienda di lavorazione della carne, si è rivolta alla tecnologia blockchain per creare una soluzione al problema della catena di approvvigionamento.

Un rapporto pubblicato ieri da Reuters ha dettagliato i piani dell’azienda per lanciare un sistema di tracciabilità basato su blockchain per la sua catena di approvvigionamento di carne. Ciò aiuterà l’azienda a garantire che non acquisti il ​​bestiame da fattorie note per il taglio illegale di alberi.

Prima di questo sviluppo, l’azienda monitorava solo l’ultimo anello della catena di approvvigionamento della carne. Ciò lascia spazio a uno qualsiasi dei 50.000 ranch in Brasile che effettuano transazioni con JBS per ricevere bestiame da fornitori indiretti che si impegnano nella deforestazione illegale.

Secondo un rapporto pubblicato a luglio da The Guardian, la società sarebbe stata in contatto con almeno un fornitore indiretto che era già stato sanzionato per l’abbattimento di sezioni dell’Amazzonia, come parte dei suoi sforzi per aumentare le dimensioni dei suoi pascoli.

Il CEO di JBS, Gilberto Tomazoni, ha dichiarato che la società spera di espandere il suo sistema di tracciamento blockchain per monitorare tutti i suoi fornitori indiretti di bestiame entro il 2025.

“Attualmente, l’azienda non controlla i fornitori indiretti, e nessuna azienda lo fa”, ha affermato. “Ma abbiamo in programma di colmare questa lacuna utilizzando la tecnologia.”

L’azienda di lavorazione della carne spera di avviare l’implementazione della tecnologia nel 2021, nello stato brasiliano del Mato Grosso. La ricerca della serie Trase Issue Brief, che pubblica ricerche sul commercio di materie prime e sulla sostenibilità della catena di approvvigionamento, indica che lo stato è responsabile del 31% della deforestazione in Amazzonia negli ultimi 20 anni.

L’implementazione del sistema di trading blockchain fa parte di una serie più ampia di azioni ambientali che è stata annunciata dalla società, mercoledì 23 settembre, durante il lancio di un miliardo di fondi in real (182,77 milioni di dollari) per promuovere lo sviluppo sociale ed economico in Amazzonia.

Tomazoni ha rivelato che JBS prevede di investire 250 milioni di real nel fondo per i primi cinque anni e sta valutando di investire altri 250 milioni entro il 2030 a seconda del volume delle donazioni. Ci sono società di terze parti che dovrebbero aderire al progetto e investire fino a 500 milioni di real.