Ultime Notizie

Mastercard abbraccia la rivoluzione blockchain

0 Commenti

Mastercard abbraccia la rivoluzione blockchain e si mette in cerca di 175 esperti da impiegare nella sede di Dublino, la Mountainview irlandese nel quartiere di Leopardstown dove ha sede anche la Microsoft e non solo.

Sì, proprio la stessa Mastercard che a più riprese non ha nascosto di osteggiare bitcoin e le criptovalute in generale. Tutti conosciamo “il dazio” che il circuito di pagamenti ha imposto a quanti sono intenzionati a comprare bitcoin con carte di credito.

Ma la tecnologia blockchain è un’altra cosa e Mastercard lo ha capito. Il mondo è cambiato e la società americana ha deciso di unire il team che si occupa dei pagamenti fisici e quello dei pagamenti digitali in un unico gruppo di lavoro.

Mastercard abbraccia tecnologia blockchain

Mastercard assume blockchain specialists

Mastercard è quindi pronta ad assumere 175 specialisti di alto profilo tra ingegneri del software, blockchain specialists, data scientist, cloud infrastructure specialists ed esperti di sicurezza informatica.

L’obiettivo è di guidare l’innovazione nel settore dei pagamenti, progettando nuove soluzioni più sicure, economiche e che porteranno verso un mondo dove il denaro contante sarà solo un ricordo da libri di storia dell’agire economico umano.

L’annuncio è stato accolto con favore dal Ministro delle imprese e dell’innovazione, la Signora Heather Humphreys che ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“La decisione di Mastercard di espandersi in Irlanda è un importante punto di riferimento e accolgo con favore i nuovi posti di lavoro che arriveranno.”

Blockchain nel Mastercard Labs

Presso il Mastercard Labs lavorano 380 impiegati, che dal 2008 sono cresciuti dell’880%. Il progetto ha una prospettiva lunga, fino al 2026.

Il vice presidente del Mastercard Labs Ken Moore ha aggiunto:

“L’Irlanda è al centro dei nostri sforzi innovativi. Dublino è ammirata come hub tecnologico. Noi intendiamo replicare il modello innovativo e culturale in tutti i nostri uffici sparsi per il mondo.
Avremo bisogno delle migliori menti – ha aggiunto riferendosi alle figure ricercate – che abbiano conoscenze al di fuori delle tradizionali esperienze di pagamento di Mastercard.”

Non proprio una novità l’interesse per la blockchain

Mastercard studia la tecnologia blockchain dal 2016 e lo scorso anno aveva annunciato il deposito di un brevetto presso lo US Patent & Trademark in cui presentava un metodo di pagamento istantaneo basato su blockchain.

Il brevetto servirà a rendere istantanea la ricezione dei pagamenti lato commercianti, oggi penalizzata da strozzature tecnologiche.

Indubbiamente le criptovalute come bitcoin ed ethereum hanno dato una scossa alle grandi aziende che fino ad oggi hanno gestito i nostri soldi. Hanno compreso che può sfuggirgli tutto di mano.

Ed infatti da un lato i vertici della società non hanno mancato di  stigmatizzare il bitcoin, come aveva fatto il CEO di Mastercard Ajay Banga, considerando le criptovaltue “junk”, spazzatura. Dall’altro lato sono all’opera per adottare la tecnologia di fondo.

Infondo la storia di una società, Mastercard ha più di 50 anni, conta poco se non coglie i segni del cambiamento. I clienti non aspettano.

Mastercard abbraccia la rivoluzione blockchain
5 (1 vote)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.