Home > News > Notizie crypto del mese: Binance si impadronisce dei titoli dei giornali

Notizie crypto del mese: Binance si impadronisce dei titoli dei giornali

Binance ha dominato i titoli dei giornali per tutto il mese a causa dei suoi problemi normativi e al suo desiderio di diventare una società quotata in borsa negli Stati Uniti

Binance ha dato battaglia sulle questioni normative

L’exchange di criptovalute Binance, questo mese è stato investito da questioni normative. I problemi sono iniziati quando la Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito ha vietato a Binance Markets Limited di operare nel paese poiché non ha la licenza necessaria per farlo. Da qui alcune banche e istituzioni finanziarie hanno preso misure drastiche contro Binance. Barclays e Santander hanno bloccato i trasferimenti dei clienti verso Binance, e anche Clear Junction ha smesso di elaborare i pagamenti verso l’exchange di criptovalute. Binance per breve tempo ha bloccato i trasferimenti SEPA (Single Euro Payments Area) in Europa.

In seguito anche dall’Italia è arrivato un avvertimento, dove la Consob ha scritto che Binance non ha la licenza per operare nel paese. Binance ha quindi intrapreso alcune azioni per ridurre la pressione, bloccando la vendita di azioni tokenizzate sulla sua piattaforma. Fino ad allora era possibile negoziare azioni tokenizzate come Tesla, Microsoft e Apple. Binance ora non fornisce più questo servizio. La piattaforma è anche alla ricerca di ex dirigenti esperti in questioni normative allo scopo di aiutare Binance a regolamentarsi.

Binance e Circle dichiarano l'interesse a quotarsi in borsa

Il numero di società del settore criptovalute intenzionate a quotarsi in borsa è aumentato. Nonostante i suoi problemi normativi, Binance ha fatto sapere che considera un'offerta pubblica iniziale (IPO) negli Stati Uniti. Il CEO, Changpeng Zhao, ha detto che l'azienda sta preparando il terreno, e quando tutto sarà pronto, sarà più facile per loro condurre una IPO. Tuttavia, ha aggiunto che una IPO non è nei loro piani di breve periodo.

Anche l’emittente dello stablecoin USDC, Circle, ha mostrato interesse nel quotarsi alla Borsa di New York sotto il ticker 'CRCL', con una valutazione di 4,5 miliardi di dollari. Tra le altre società interessate troviamo Kraken e Gemini, i cui progetti potrebbero essere svelati nei prossimi mesi.

Elon Musk ha un ampio portafoglio crypto

Elon Musk è una figura popolare nel mondo delle criptovalute, soprattutto per il sostegno al dogecoin. Recentemente ha ammesso di possedere una quantità considerevole di bitcoin ed ether. Nonostante le sue recenti critiche al bitcoin, Musk ha riferito di possederne più di qualsiasi altra criptovaluta. Parlando ad una conferenza di recente, Musk ha detto che Tesla e SpaceX possiedono bitcoin ed ha aggiunto che Tesla presto potrebbe ricominciare ad accettare bitcoin come metodo di pagamento.

ETF sulle criptovalute diventano popolari e gli istituzionali chiedono l’approvazione

Gli investitori istituzionali vogliono investire in criptovaluta, e per loro uno dei modi migliori è attraverso i fondi negoziati in borsa (ETF). Il Canada è al primo posto in termini di ETF di criptovalute approvati, ma il Brasile non è da meno. Ad inizio luglio, la nazione sudamericana è infatti diventata la prima nella regione ad aver approvato un ETF Ethereum, pochi mesi dopo aver lanciato un ETF Bitcoin. L'exchange-traded fund faciliterà agli investitori istituzionali l'esposizione su ether (ETH).

Negli Stati Uniti, la Securities and Exchange Commission (SEC) non ha mai approvato una proposta di ETF sul Bitcoin, e deve esaminare anche due Ether ETF. La situazione non ha impedito a Goldman Sachs di presentare un altro ETF. Questo ETF traccerà la performance delle principali società ed entità blockchain nella nicchia della finanza decentralizzata (DeFi). Secondo la banca d'investimento, l'ETF fornirà risultati di investimento tracciando le prestazioni del Solactive Decentralized Finance and Blockchain Index. La banca ha riferito che le società blockchain incluse nell'ETF non saranno limitate agli Stati Uniti, poiché il settore delle criptovalute opera a livello globale.

Non è finita qui, perché la banca d'investimento JPMorgan ha riferito che i suoi clienti più facoltosi possono esporsi alle criptovalute attraverso fondi come il Bitcoin Trust di Grayscale, Bitcoin Cash Trust, il Bitcoin Trust di Osprey Funds, e gli Ethereum Trust e Ethereum Classic Trust. JPMorgan ha inviato una nota ai suoi consulenti finanziari chiedendo loro di prendere ordini dai clienti facoltosi per comprare e vendere questi fondi in criptovaluta.

Grayscale, invece, ha lanciato un nuovo fondo dedicato al settore DeFi. Il fondo Grayscale DeFi fornirà agli investitori istituzionali l'accesso a numerosi protocolli DeFi leader del settore attraverso un portafoglio ponderato in base alla capitalizzazione di mercato. Grazie a questo fondo gli investitori otterranno un'esposizione ai principali token DeFi come Aave, Uniswap e altri.

PayPal e Square espandono la loro presenza nella crypto city

Square, la società dei pagamenti di proprietà di Jack Dorsey, ha rivelato che lavora allo sviluppo di un portafoglio hardware dedicato al bitcoin. Il portafoglio e il servizio sono progettati per rendere mainstream la custodia del bitcoin, e dovrebbe offrire transazioni multi-sig o multi-firma. Secondo Square, il portafoglio hardware bitcoin sarà disponibile per gli utenti a livello globale e renderà più facile e sicuro per le persone conservare la loro criptovaluta.

Un altro gigante dei pagamenti, PayPal, ha affermato che lavora ad una super app per criptovalute che sarà lanciata molto presto. Il CEO di PayPal, Dan Schulman, durante la conferenza stampa dedicata all’aggiornamento degli investitori sui dati del secondo trimestre, ha detto che i loro utenti godranno presto di funzioni extra sulle criptovalute. L’app di PayPal sarà inaugurata dai clienti statunitensi e nei mesi successivi aperta agli utenti di altre parti del mondo. L'app dovrebbe essere provvista di varie caratteristiche tra cui i risparmi ad alto rendimento, capacità di messaggistica, funzionalità aggiuntive di criptovaluta e altro ancora.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.