Opinioni divergenti sul futuro delle criptovalute: McAfee e Trichet

Il dibattito sul futuro delle criptovalute non si arresta e continua a suscitare opinioni forti. Tra gli ultimi commenti pubblicati, ci sono le opinioni molto contrastanti di John McAfee e Jean Claude Trichet.

McAfee: tutti useranno le monete digitali

Il ‘mogul’ della sicurezza informatica John McAfee è ampiamente riconosciuto quale entusiasta sostenitore delle criptovalute. Di recente ha lanciato il suo McAfee Dex Exchange per gli utenti che desiderano essere completamente liberi e fare transazioni riservate.

Egli ha di nuovo rilanciato sul futuro del prezzo di bitcoin. McAfee ha ripetuto il suo mantra, secondo cui BTC raggiungerà 1 milione di dollari di valore entro la fine del 2020. Questo pronostico è simile a quello fatto da Bobby Lee qualche giorno fa, anche se l’ex Ceo di BTCC non ha suggerito una esatta data per il raggiungimento di questa cifra.

McAfee è andato oltre, affermando che “tutti nel mondo useranno le criptomonete”. Le tempistiche che egli ha dato a questo cambiamento è nell’ordine dei dieci anni. E crede che “alla fine le valute fiat saranno considerate inutili”.

Trichet: fortemente contrario al bitcoin

Jean-Claude Trichet è l’ex presidente della Banca centrale europea, egli ha parlato delle criptovalute di recente. Ciò è avvenuto quando ha preso parte alla discussione durante la 10ma Conferenza annuale Caixin in Beijing, Cina.

Sul futuro delle criptovalute, Trichet ha detto che egli è “fortemente contrario al bitcoin”. Ha proseguito affermando che “la moneta stessa non è reale”. Questo perché ritiene che al BTC manchino alcune delle caratteristiche che dovrebbe avere una valuta.

In altri commenti, Trichet ha descritto l’acquisto di valute digitali come “pura speculazione”. Ha anche aggiunto che lo stesso discorso vale per le stablecoin che si suppone siano “basate su di un asset sottostante”. E, infine, Trichet si è ovviamente schierato contro Facebook Libra.

Trichet crede che sì, ci stiamo allontanando dall’uso del denaro fisico, ma dubita che le criptomonete saranno il sostituto naturale. L’economista francese preferisce invece i diritti speciali sostenuti dal Fondo monetario internazionale (Fmi).

Chi dei due ha ragione sul futuro delle criptovalute?

Uno dei due personaggi ha torto marcio circa il futuro delle criptovalute. Certo, può anche darsi che entrambi abbiano torto. La verità dei fatti sul futuro delle criptomonete, potrebbe essere nel mezzo tra le due visioni.

Ad esempio, le criptomonete potrebbero restare popolari senza completamente sostituire le valute fiat. Bitcoin potrebbe continuare a ottenere un successo crescente, anche senza raggiungere il milione di dollari di valore.

Cosa ci insegnano opinioni così contrastanti tra loro? In particolare confermano che nessuno può dire con certezza cosa accadrà in futuro. È sotto gli occhi di tutti, però, che le criptomonete hanno ottenuto un enorme livello di popolarità, ma il loro futuro rimane difficile da interpretare con certezza.