Ultime Notizie

Ecco i Primi Servizi Cloud Blockchain di Oracle

0 Comments

Oracle ha rilasciato i suoi primi servizi di blockchain aziendale.

Oracle
josefkubes | Shutterstock

Come annunciato lunedì, il gigante del software ha ora fino a una dozzina di clienti aziendali che utilizzano servizi live che hanno accelerato la produzione da quando la sua piattaforma blockchain basata su cloud è andata in produzione lo scorso luglio.

Ciò include un consorzio d’inseguimento del carico denominato Global Shipping Business Network (GSBN); China Distance Education Holdings, che condivide certificati educativi e professionali; Circulor, che segue i minerali di conflitto; e SERES, una soluzione per la gestione delle fatture tra franchisor.

Oracle ha detto che altri clienti in fase di produzione sono: Arab Jordan Investment Bank, Certified Origins, NeuroSoft, TradeFin, HealthSync, OriginTrail, ICS FS, SDK.Finance e Nigeria Customs.

In precedenza, le uniche grandi blockchain aziendali in produzione erano costruite utilizzando IBM Blockchain; in particolare la soluzione di trade finance we.trade e Food Trust (è da notare che sia Oracle che IBM hanno utilizzato Hyperledger Fabric per creare le loro piattaforme blockchain).

Frank Xiong, vice presidente del gruppo per lo sviluppo di prodotti blockchain presso Oracle, ha detto :

“Altri fornitori possono ancora fare esperimenti, ma abbiamo clienti reali nella produzione live. Direi che da 10 a una dozzina sono in una situazione di produzione in diretta”.

Con “in produzione”,” Xiong ha detto che di voler dire che questi servizi hanno i loro utenti finali e gestiscono le transazioni in diretta. Ha detto che il numero di transazioni varia da cliente a cliente, con tutti in graduale aumento.

“Per cominciare, abbiamo visto transazioni probabilmente tra centinaia all’ora. Ma si aspettano che molti di loro cresceranno fino a migliaia di transazioni al secondo,” ha detto Xiong.

Questo dipende anche dalle dimensioni del vostro carico utile, o dati trasmessi, e dal numero di peer sulla rete, ha aggiunto.

Il consorzio GSBN, costituito lo scorso anno, comprende cinque vettori oceanici (COSCO, CMA CGM, Evergreen Marine, OOCL e Yang Ming) e operatori di terminal: DP World, Hutchinson Ports, PSA International Pte Ltd e Shanghai International Port.

Come tale, è un chiaro concorrente di IBM e TradeLens di Maersk, che cerca anche la partecipazione di vettori, spedizionieri e autorità portuali.

Xiong ha detto che il consorzio GSBN è nato dalla stretta collaborazione di Oracle con CargoSmart, un fornitore di software indipendente che ha messo insieme il consorzio. CargoSmart è una filiale di OOCL e quindi in qualche modo comparabile con IBM e Maersk. Ma ha detto che GSBN è più economico.

“Come modello di determinazione dei prezzi, facciamo pagare per transazioni,” ha detto. Così diventa un modello molto attraente per i nuovi arrivati.” Una volta stabilito, le spese di transazione sono molto basse a questo punto.”

Xiong ha anche dissipato qualsiasi potenziale confusione sulla proprietà della PI, che è stato visto da alcuni come un ostacolo per TradeLens.

“Possediamo l’IP per la nostra piattaforma, il pezzo che ci abbiamo messo dentro,” ha detto. “CargoSmart sviluppa il servizio sulla parte superiore e loro detengono l’IP su di essa.” (CargoSmart, che a sua volta era noto per essere un cliente Oracle blockchain, non ha risposto alle richieste di commenti in tempo di stampa).

Verso il futuro

Va bene vedere Oracle che va alla grande con Hyperledger Fabric, ma una critica che è stata mossa al venditore è la mancanza di codice che ha fornito al progetto open-source.

Alla domanda se si trattasse di un commento corretto, Xiong ha sottolineato che Oracle ha lavorato su Fabric per oltre un anno e ha contribuito con una serie di correzioni di bug.

In più, Oracle ha elaborato alcuni miglioramenti intorno al database, ha detto Xiong, in particolare cambiando il DB di livello di Fabric e utilizzando il DB di Berkeley di Oracle che, ha detto, ha prestazioni migliori e capacità di interrogazione più ricche.

“Per queste aree avanzate prenderemo una decisione su quando forniremo l’interfaccia alla comunità. Direi sicuramente sì, stiamo andando nella direzione di dare più contributi a questa comunità di sistemi operativi”.

Xiong ha detto che Oracle è aperto a collaborare con IBM e altri quando si tratta di blockchain.

“Offriamo una connessione API di riposo molto ricca per una Fabroic-based blockchain,” ha detto. “Quindi, che siate sviluppatori IBM Bluemix [cloud] o altri sviluppatori cloud o on-premise – potete essere integrati con la nostra piattaforma.”

Rate this post

Aggiungi un commento

Investire è speculativo. Quando investi il ​​tuo capitale è a rischio. Questo sito non è destinato all’uso in giurisdizioni in cui la negoziazione o gli investimenti descritti sono proibiti e dovrebbero essere utilizzati solo da tali persone e in modi consentiti dalla legge. Il tuo investimento potrebbe non essere idoneo per la protezione degli investitori nel tuo paese o stato di residenza, pertanto ti preghiamo di condurre la tua due diligence. Questo sito Web è gratuito per l’utente, ma potremmo ricevere commissioni dalle società che pubblichiamo su questo sito. Clicca qui per maggiori informazioni.