Home > News > Per Steve Forbes l’offerta limitata di bitcoin ostacola l’utilità

Per Steve Forbes l’offerta limitata di bitcoin ostacola l’utilità

L’offerta limitata di bitcoin (BTC) è stata spesso considerata uno dei suoi maggiori punti di forza in quanto la scarsità spinge il prezzo più in alto, ma un esperto finanziario ritiene che potrebbe comprometterne l’utilità nel lungo periodo.

Il dirigente editoriale americano, Steve Forbes, ritiene che la scarsità di bitcoin potrebbe remare contro di esso in futuro limitandone l’utilità. Forbes lo ha detto in un video postato su YouTube dove ha discusso di bitcoin e di oro.

Forbes ha detto a chi lo ascoltava che non pensa che bitcoin sia il nuovo oro. Ha aggiunto che BTC rimane troppo volatile per essere considerato un bene importante e che l’offerta di 21 milioni di coin ostacola l’adozione della criptovaluta.

L’esperto finanziario è pessimista su bitcoin, poiché sottolinea che l’oro è stato lo standard monetario per oltre 4 mila anni. Forbes non ha screditato bitcoin del tutto, ma ritiene che esso non abbia quello che serve per spodestare l’oro in questo momento.

Steve Forbes ha menzionato la performance stellare di bitcoin di quest’anno e ha spiegato perché la criptovaluta sta andando così bene. Il più grande stimolo per l’aumento del prezzo di bitcoin è dovuto al timore della gente che la Federal Reserve degli USA e le altre banche centrali di tutto il mondo stiano pompando troppi soldi. Nonostante il massiccio aumento del prezzo, Forbes ha fatto notare che le fluttuazioni del prezzo del bitcoin sono troppo folli, e che la criptomoneta funzionerà meglio solo se avrà un valore stabile.

Egli ha inoltre sottolineato che se bitcoin deve ottenere l’adozione di cui godono le principali materie prime come l’oro, allora la fluttuazione del prezzo dovrà essere minima. A meno che ciò non accada, Forbes ritiene che l’oro continuerà ad essere la migliore copertura contro l’inflazione.

Una offerta limitata potrebbe compromettere l’utilità di bitcoin

Forbes ha discusso la disponibilità dei soli 21 milioni di bitcoin. L’editore ha detto che il limite di fornitura arbitrario ostacola a suo avviso l’utilità futura del sistema, facendo notare che l’oro è sì scarso ma non raro.

Egli ha detto anche che: “Contrariamente a bitcoin, l’emissione di oro è aumentata di circa il 2% l’anno”. Questo rende l’oro una merce scarsa ma non troppo rara. Come tale, l’oro rimane una merce preziosa e utile sul mercato globale.

Il punto di Forbes ha fatto eco a ciò che Tom Jessop, responsabile di Fidelity Digital Assets, ha detto la scorsa settimana. Jessop ha detto che usano ancora la parola ‘potenziale deposito di valore’ quando descrivono bitcoin dal momento che la criptomoneta resta altamente volatile. Se bitcoin continuerà così, sarà difficile che diventi un vero e proprio deposito di valore.

Tags:

Iscriviti alla nostra newsletter esclusiva!

Notizie su misura per te

Zero SPAM

Alt coin news

Disiscriviti quando vuoi

Dopo la registrazione, occasionalmente, potresti ricevere da noi anche offerte speciali tramite e-mail. Non venderemo o distribuiremo mai i tuoi dati a terze parti. Guarda la nostra informativa sulla privacy qui.