Home > News > Rapporto settimanale: il prezzo di Bitcoin scende sotto i $40.000 e intanto il sell-off continua

Rapporto settimanale: il prezzo di Bitcoin scende sotto i $40.000 e intanto il sell-off continua

Il mercato delle criptovalute ha perso centinaia di miliardi di dollari questa settimana, con Bitcoin che è sceso sotto il livello di $40k per la prima volta da mesi.

Il prezzo di Bitcoin scende sotto i $40.000

Questa settimana è stata ribassista per il mercato delle criptovalute, facendo fuori centinaia di miliardi di dollari. Gli orsi hanno preso il pieno controllo del mercato, portando a un massiccio calo dei prezzi delle criptovalute su tutta la linea. Bitcoin ha visto il suo prezzo scendere da oltre $50.000 a circa $30.000 durante il corso della settimana. Tuttavia, il prezzo è leggermente rimbalzato, al punto che la criptovaluta leader viene ora scambiata poco sopra i $39,000. Ethereum ha perso il 28% del suo valore questa settimana, scendendo dal suo massimo storico sopra i $4,500 per essere scambiato a $2,700 sugli scambi di criptovalute. La massiccia svendita potrebbe essere dovuta al panico generato dalle dichiarazioni di Elon Musk e della Cina. Nonostante il calo, diversi analisti ed esperti sono fiduciosi che si tratti solo di una correzione e che i prezzi si riprenderanno presto.

Elon Musk attacca le rivendicazioni di decentralizzazione di Bitcoin

Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha attaccato Bitcoin all’inizio di questa settimana, sostenendo che la criptovaluta non è un’entità decentralizzata. Secondo Musk, Bitcoin è una criptovaluta altamente centralizzata poiché la maggior parte del potere di hashing è controllata da molte grandi società minerarie. Sostiene che qualsiasi situazione negativa con gli impianti minerari potrebbe influire sulle prestazioni di Bitcoin. Nonostante il suo attacco a Bitcoin, Musk ha rivelato che Tesla non aveva venduto nessuna delle sue scorte BTC. Quest’ultimo sviluppo arriva pochi giorni dopo che Musk ha rivelato che Tesla aveva smesso di accettare BTC come pagamento per i suoi veicoli elettrici a causa delle preoccupazioni sul consumo energetico di Bitcoin e sui suoi effetti sull’ambiente.

La Cina vieta nuovamente i servizi legati alle criptovalute

Le autorità cinesi, all’inizio di questa settimana, hanno emesso nuovamente un divieto sui servizi relativi alle criptovalute. La National Internet Finance Association of China, la China Banking Association e la Payment and Clearing Association of China hanno vietato agli istituti finanziari, e alle società di pagamento, di fornire servizi di criptovaluta a società e individui nel paese. Secondo l’ordine, gli istituti finanziari non saranno in grado di registrare, scambiare, cancellare o liquidare alcuna transazione relativa alle criptovalute. Le agenzie hanno avvertito i propri cittadini che il trading di criptovalute è rischioso, aggiungendo che il governo cinese non coprirà alcuna perdita subita da un trader di criptovalute. La Cina ha una lunga storia in merito al divieto delle attività di criptovaluta nel paese dopo aver vietato gli scambi, le offerte iniziali di monete (ICO) e altri eventi.

Le principali borse di criptovalute sono scese durante la correzione del mercato

L’enorme crollo dei prezzi di questa settimana è stato seguito da qualche dramma nel mercato delle criptovalute. Binance, Coinbase, Kraken e una serie di altre piattaforme di crypto trading sono scese o hanno limitato l’accesso delle persone ai loro conti durante il crollo del mercato all’inizio di questa settimana. Durante il crollo, diversi investitori hanno cercato di vendere i loro investimenti mentre altri intendevano finanziare i loro conti. Tuttavia, gli scambi sono diventati sovraccarichi e non sono stati in grado di gestire gli ordini. Facendo perdere ad alcuni trader l’opportunità di acquisto del calo. Revolut, Kraken e Gemini hanno anche riscontrato problemi di connettività, limitando ai clienti l’utilizzo delle piattaforme.

Wells Fargo fornirà accesso alle criptovalute ai suoi clienti più ricchi

Nonostante il massiccio calo dei prezzi, Bitcoin continua a guadagnare l’adozione da parte delle istituzioni finanziarie. Wells Fargo, una delle principali banche statunitensi, con oltre 2 trilioni di dollari in custodia, ha detto che avrebbe offerto ai suoi ricchi clienti l’accesso alle criptovalute. La banca statunitense metterà in pratica la sua strategia di investimento entro il mese prossimo, affermando che sarà disponibile solo per clienti selezionati. Wells Fargo ha dichiarato che ritiene che le criptovalute siano investimenti alternativi e che gli investitori qualificati possano goderne tramite fondi gestiti personalmente. Wells Fargo si unisce a una crescente lista di banche statunitensi che entrano nello spazio delle criptovalute. Finora, Goldman Sachs e Morgan Stanley stanno già offrendo il servizio ai loro clienti ricchi. Citigroup e JPMorgan Chase hanno dichiarato interesse a fornire servizi simili ai loro clienti.

Bank of America utilizzerà la blockchain per regolare gli scambi di azioni

Bank of America ha rivelato di essere entrata a far parte della rete di regolamento di azioni Blockchain di Paxos. La banca statunitense utilizzerà la tecnologia blockchain per risolvere le transazioni in modo più rapido ed efficiente. Secondo la banca, il passaggio alla rete Paxos le consentirà di ridurre il periodo di regolamento delle azioni da due giorni a pochi minuti. Bank of America ha dichiarato di aver testato internamente il sistema Paxos nelle ultime settimane e intende utilizzarlo per i suoi clienti una volta che diventerà un centro di compensazione. Paxos offre un metodo di regolamento delle azioni più veloce, economico ed efficiente rispetto alla Depository Trust & Clearing Corporation (DDTC). DTCC è il principale attore nel settore della liquidazione delle azioni e ha dominato negli ultimi 50 anni.

Coinbase inserirà Solana al suo elenco

Coinbase, con sede negli Stati Uniti, ha dichiarato che avrebbe pubblicato Solana (SOL) sulla sua piattaforma di trading Coinbase Pro a partire da lunedì. Ieri i clienti hanno potuto iniziare a trasferire Solana sui loro conti Coinbase Pro, ma i servizi di trading saranno disponibili dal 24 maggio. Solana è un progetto entusiasmante nello spazio delle criptovalute e ha attirato molta attenzione negli ultimi mesi.

Saxo Bank lancia servizi di trading di criptovaluta

Saxo Bank, la società di trading e investimento online, ha lanciato i suoi servizi di trading di criptovalute all’inizio di questa settimana. L’offerta consente ai suoi clienti di scambiare Bitcoin, Ethereum e Litecoin con valute fiat EUR, USD e JPY tramite un unico conto a margine. I trader possono farlo senza la necessità di un portafoglio di criptovaluta. Secondo l’azienda, il servizio è disponibile per i clienti del Regno Unito. Possono scambiare le coppie Crypto FX disponibili durante i normali orari di trading forex, da domenica sera a venerdì sera. Possono anche aprire posizioni lunghe e corte nelle tre principali criptovalute.

Etichette: