Home > News > Report settimanale: Binance si affretta a fornire servizi nel Regno Unito

Report settimanale: Binance si affretta a fornire servizi nel Regno Unito

Binance sta affrontando forti sfide normative nel Regno Unito, che rendendo difficile per l’exchange di criptovalute fornire servizi ai propri clienti.

Binance affronta sfide nel Regno Unito

Il principale exchange di criptovalute Binance sta affrontando diverse sfide nel Regno Unito. La settimana è iniziata con la Financial Conduct Authority (FCA) che ha avvertito Binance di non avere la licenza per condurre attività regolamentate nel paese. L’exchange di criptovalute ha affermato che sta lavorando al lancio di Binance UK, una piattaforma dedicata ai suoi clienti britannici.

A seguito di questo ultimo sviluppo, Binance non è stata in grado di offrire servizi di deposito e prelievo di GBP ai suoi clienti del Regno Unito per alcuni giorni. Tuttavia, alla fine ha risolto i problemi con Faster Payments, il suo processore di pagamento locale e i clienti del Regno Unito sono stati autorizzati a riprendere le loro attività di trading con GBP.

Huobi, un altro importante exchange di criptovalute, ha sospeso i servizi di trading di derivati ​​nel Regno Unito. La mossa è arrivata pochi giorni dopo che Binance ha ricevuto un avvertimento dalla FCA. I trader del Regno Unito possono ancora utilizzare l’exchange per lo spot trading, ma non sono più autorizzati a negoziare con derivati. Natwest Bank ha limitato l’importo giornaliero che i suoi clienti possono depositare in exchange di criptovalute. Secondo la banca, l’intento è quello di frenare le truffe che prendono di mira i suoi clienti.

La FCA ha annunciato questa settimana che 61 società di criptovaluta hanno ritirato le loro domande di licenza a giugno. Secondo il regolatore, la maggior parte delle aziende non soddisfa gli standard antiriciclaggio (AML).

Coinbase lancia un app store di criptovalute

L’exchange di criptovalute con sede negli Stati Uniti ha rivelato all’inizio di questa settimana che intende lanciare un app store di criptovalute. L’amministratore delegato della società Brian Armstrong ha affermato che Coinbase intende entrare nell’ecosistema decentralizzato e sfruttare la crescita nei settori della finanza decentralizzata (DeFi) e dei token non fungibili (NFT). L’azienda intende creare un app store di criptovalute che renda più facile per gli sviluppatori sviluppare e ospitare le loro app decentralizzate.

Il regolatore finanziario tedesco, la Federal Financial Supervisory Authority (BaFin), ha rivelato all’inizio di questa settimana di aver concesso a Coinbase una licenza di custodia delle criptovalute. Questo è il primo emesso dal regolatore e consentirebbe a Coinbase di svolgere le sue attività legalmente in Germania.

TP ICAP lancia una piattaforma di trading Bitcoin

TP ICAP, il più grande broker interdealer al mondo, lancerà una piattaforma di trading di criptovalute nella seconda metà dell’anno. La società ha affermato che collaborerà con Fidelity Digital Assets e Zodia Custody, lanciata dal ramo di venture capital di Standard Chartered, per costruire la piattaforma di trading di criptovaluta. La piattaforma inizierà con Bitcoin, ma ICAP ha affermato che intende offrire ai suoi clienti un’esposizione a Ether in pochissimo tempo. Lo sviluppo mostra che più attori istituzionali entrano nel mercato delle criptovalute nonostante gli attuali prezzi ribassisti delle criptovalute.

Ark Invest richiede un Bitcoin ETF

Il numero di aziende che cercano di lanciare un fondo negoziato in borsa (ETF) Bitcoin negli Stati Uniti continua a crescere. Questa settimana, Ark Invest di Cathie Wood ha presentato richiesta alla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti per un ETF Bitcoin. Ark Invest ha collaborato con 21Shares per presentare domanda per l’ETF. L’ETF cerca di monitorare le prestazioni di Bitcoin e rendere più facile per le istituzioni ottenere esposizione alla principale criptovaluta. La SEC statunitense ha rinviato la sua decisione su tre proposte di ETF Bitcoin. Tuttavia, ora ci sono nove domande che deve esaminare e decidere se approvarle o rifiutarle.

Gli indiani investono in criptovalute nonostante gli avvertimenti della RBI

Gli scambi di criptovaluta in India stanno lottando per fornire servizi di deposito e prelievo ai propri clienti. Ciò è dovuto al fatto che diverse banche si sono rifiutate di fornire servizi all’exchange dopo che la Reserve Bank of India (RBI) ha consigliato loro di interrompere i legami con gli exchange di criptovalute. Gli exchange di criptovalute sono ora alla ricerca di soluzioni permanenti che consentano loro di fornire facilmente servizi di deposito e prelievo ai propri clienti.

Nonostante la cautela della RBI contro gli investimenti in criptovalute, gli indiani hanno investito massicciamente in criptovalute. Secondo gli ultimi rapporti, gli indiani hanno investito quasi 40 miliardi di dollari nell’ultimo anno, rispetto ai 200 milioni dell’anno precedente. Ciò rappresenta una crescita di quasi il 20.000% nell’arco di un anno, indicando il livello di fiducia che gli indiani hanno nel mercato delle criptovalute.

NFT originale WWW venduto per $5,4 milioni

Un NFT che rappresenta il codice originale per il World Wide Web è stato venduto per $5,4 milioni dopo una settimana di aste da Sotheby’s. Il ricavato della vendita andrà in beneficenza e iniziative sostenute dal creatore del WWW Tim Berners-Lee e da sua moglie. Secondo Sotheby’s, il file NFT contiene più di 9.000 righe di codice, inclusi i tre linguaggi e protocolli che ha inventato, che sono URL (Uniform Resource Identifiers), HTML (Hypertext Markup Language) e HTTP (Hypertext Transfer Protocol)

Crypto.com sigla un accordo di partnership da $ 100 milioni con la Formula 1

Crypto.com, una delle principali società di criptovaluta, ha stipulato un accordo di sponsorizzazione con la Formula 1. La partnership quinquennale costa $100 milioni e vedrà Crypto.com svelare un nuovo premio per la serie Sprint di Formula 1. Secondo l’accordo di partnership, la serie Sprint si svolgerà in eventi selezionati nel calendario della Formula 1. Vedrà i piloti gareggiare per 100 chilometri, e i risultati ottenuti saranno utilizzati per assegnare le posizioni in griglia durante la gara di domenica. La partnership di Crypto.com con la Formula 1 è arrivata pochi giorni dopo che lo scambio FTX ha stretto una partnership con un’altra importante lega sportiva, la Major League Baseball.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.