Home > News > Riepilogo mensile: Coinbase diventa pubblico, le istituzioni si affollano verso le criptovalute

Riepilogo mensile: Coinbase diventa pubblico, le istituzioni si affollano verso le criptovalute

Il settore delle criptovalute ha ottenuto nell’ultimo anno un’adozione considerevole continuando a crescere, con JPMorgan pronto a offrire ai suoi clienti facoltosi l’accesso ai fondi Bitcoin

Questo mese è stato molto movimentato nel settore delle criptovalute. L’exchange di criptovalute Coinbase è stato lanciato ufficialmente sulla borsa NASDAQ, diventando al momento l’azienda di maggior valore nel settore. Durante la stessa settimana, Bitcoin ha raggiunto un nuovo massimo storico vicino a $ 65k, ciò rappresenta dall’inizio dell’anno un aumento del prezzo pari al 100%. Gary Gensler è stato finalmente annunciato come il nuovo presidente della SEC. Questo appuntamento ha portato ottimismo nello settore crittografico americano, poiché si ritiene che sarà presto sulle carte un ETF Bitcoin.

L’adozione delle criptovalute da parte degli istituti finanziari è continuata questo mese, con Venmo, di proprietà di PayPal, il quale ha annunciato che i suoi utenti possono adesso acquistare, vendere e archiviare criptovalute all’interno della sua piattaforma. Gli oltre 70 milioni di utenti di Venmo possono ora acquistare criptovalute direttamente dall’app. Per la prima volta, la Cina ha riconosciuto le criptovalute come asset di investimento. Un vice governatore della PBoC ha affermato che la banca centrale, considera le criptovalute come veicoli di investimento alternativi e dovrà introdurre dei regolamenti specifici per garantire la sicurezza degli investitori. Infine, il progetto Diem guidato da Facebook ha annunciato che avrebbe lanciato la sua prima stablecoin prima della chiusura dell’anno. Il progetto, precedentemente noto come Libra, è stato lanciato nel 2019 ma ha dovuto affrontare sfide normative a livello globale.

Ecco un riepilogo delle notizie di questa settimana:

JPMorgan sta per offrire ai clienti privati ​​l’accesso ai fondi Bitcoin

JPMorgan Chase, una delle più grandi banche di investimento negli Stati Uniti, offrirà ai suoi clienti privati ​​l’accesso ai fondi Bitcoin. La banca da 3 trilioni di dollari dovrebbe lanciare il servizio nei prossimi mesi, consentendo agli investitori facoltosi di ottenere un’esposizione alla maggiore valuta digitale. JPMorgan seguirà le orme di Morgan Stanley e Goldman Sachs, che hanno già iniziato a offrire tale servizio ai loro clienti. Questa mossa rappresenterebbe un cambiamento di prospettiva per JPMorgan, poiché la banca e il suo CEO in passato si mostravano critici nei confronti di Bitcoin e delle criptovalute.

L’interesse per le criptovalute è stato consistente: la dichiarazione del CEO di PayPal

PayPal alcuni mesi fa è entrato nel settore delle criptovalute e il suo CEO ha rivelato che la domanda di criptovalute sulla loro piattaforma ha superato le aspettative. Dan Schulman ha dichiarato alla rivista TIME che PayPal durante gli ultimi sei anni aveva monitorato il settore crittografico, ma riteneva che fosse troppo presto per iniziare a offrire servizi connessi. Tuttavia, ha sottolineato che la domanda da un punto di vista crittografico è stata di molto superiore a quanto previsto dalla società. Si assiste ad una grande eccitazione verso le criptovalute, poiché attualmente molte  più persone le vedono come opzioni di investimento alternative. La crescita ha portato la sussidiaria di PayPal, Venmo, a iniziare ad offrire servizi di criptovalute verso i propri clienti. I clienti Venmo possono adesso acquistare, vendere e fare hodling di criptovalute direttamente dal proprio account.

Tesla ha venduto Bitcoin per un valore di 272 milioni di dollari

Il produttore di auto elettriche Tesla ha rivelato nel suo ultimo rapporto sui guadagni che ha venduto il 10% delle sue partecipazioni in Bitcoin, guadagnando durante il processo $ 272 milioni. La società ha acquistato $ 1,5 miliardi di bitcoin all’inizio di quest’anno, rendendola una delle entità aziendali con le più alte partecipazioni di Bitcoin. Tesla ha anche iniziato ad accettare bitcoin come mezzo di pagamento per i suoi veicoli elettrici. Nonostante abbia venduto $ 272 milioni di bitcoin, Tesla detiene ancora $ 2,5 miliardi nella criptovaluta. Tesla ha acquistato Bitcoin quando si faceva trading  a circa $ 39.000 e la criptovaluta ha raggiunto in pochi mesi un nuovo massimo storico sopra il valore di $ 63.000. L’azienda rimane ancora uno dei maggiori detentori di Bitcoin al mondo.

La Germania apre il settore crittografico agli investitori istituzionali

Uno dei maggiori sviluppi di questa settimana è emerso dalla Germania. La principale economia europea ha approvato una nuova legislazione, ciò consentirebbe a migliaia di fondi di investimento istituzionali di investire fino al 20% del proprio portafoglio in criptovalute. La legge vedrebbe oltre 4.000 Spezialfonds ottenere un’esposizione alla maggiore criptovaluta. Lo sviluppo è enorme considerando che Spezialfonds ne controlla oltre $ 1,8 trilioni. L’adozione della criptovaluta da parte di questi fondi di investimento potrebbe portare il settore crittografico a quasi $ 450 milioni. La legislazione è progettata anche per mantenere la posizione della Germania come uno dei principali centri finanziari globali.

La SEC statunitense rinvia la decisione dell’ETF VanEck di Bitcoin.

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti questa settimana ha giocato una carta a suo favore quando ha rinviato la sua approvazione o disapprovazione in merito al fondo exchange e di trading  VanEck Bitcoin (ETF). Il regolatore avrebbe dovuto decidere riguardo tale proposta in pochi giorni, ma l’ha rinviata a giugno. La SEC generalmente ha a disposizione 45 giorni per prendere una decisione, ciò dopo aver riconosciuto pubblicamente di aver iniziato un procedimento di valutazione di una proposta ad oggetto. Tuttavia, la commissione può estendere la sua revisione fino a 240 giorni dopo il deposito iniziale. Gli Stati Uniti devono ancora approvare una singola richiesta di ETF Bitcoin, mentre il Canada ha recentemente approvato tre documenti all’inizio di quest’anno.

Binance lancerà presto il suo marketplace NFT

Binance, uno dei migliori exchange di criptovalute a livello globale, è impostato per il lancio del suo marketplace di token infungibili (NFT) nel mese di giugno. La decisione arriva in un momento in cui le NFT stanno facendo notizia in diversi settori. Gli NFT sono diventati la tendenza in settori come arte, musica, film e sport. Binance insiste sul fatto che la sua piattaforma NFT fornirebbe agli utenti la liquidità necessaria richiesta per rendere facile alle persone il commercio di opere d’arte digitali. L’exchange ha affermato che il marketplace NFT riunirà artisti, creatori e appassionati di crittografia in tutto il mondo.

Le star della NFL Culkin e Lawrence adottano le criptovalute

Altre notizie riguardo l’adozione delle criptovalute sono arrivate questa settimana dalla National Football League (NFL). Trevor Lawrence e Sean Culkin hanno firmato accordi che li vedrebbero ricevere una parte enorme del loro stipendio oltre che delle sponsorizzazioni in criptovalute. Trevor Lawrence ha firmato un contratto di sponsorizzazione con Sam Bankman-Fried di Blockfolio. Come parte dell’accordo, Lawrence ha già ricevuto il suo bonus in Bitcoin. Il pagamento è stato inviato al suo account personale Blockfolio. Sean Culkin è diventato il primo giocatore della NFL ad accettare di ricevere il 100% del suo stipendio in Bitcoin. Il giocatore del Kansas City Chiefs, quest’anno riceverà come suo stipendio $ 920.000 in Bitcoin. Culkin ha affermato che la sua enorme fiducia nelle criptovalute come ultima riserva di valore lo ha convinto a fare un investimento a lungo termine.

Paxos diventa una banca crittografica istituita a livello federale

Paxos è diventata l’ultima azienda di criptovalute a ricevere l’approvazione condizionale per uno statuto bancario da parte dell’Office of the Comptroller of the Currency’s (OCC). Questa approvazione rende Paxos una banca istituita a livello federale, consentendole di operare in tutti gli stati degli Stati Uniti. Ricevere la carta OCC rende più facile per un’azienda operare, in quanto non deve ottenere una licenza bancaria individuale da ogni singolo stato. Paxos si unisce ora ad Anchorage e Protego, che hanno ricevuto la loro carta OCC all’inizio di quest’anno.

Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.