Home > News > Ripple risolve la controversia legale con YouTube sulle truffe XRP

Ripple risolve la controversia legale con YouTube sulle truffe XRP

La società di pagamenti Blockchain Ripple ha affermato di aver risolto la controversia legale con YouTube sulle truffe XRP sulla sua piattaforma

Il CEO di Ripple Brad Garlinghouse ha affermato di aver risolto la controversia legale con YouTube. Le due società collaboreranno per affrontare le truffe XRP sulla piattaforma video, garantendo la sicurezza degli investitori.

Ripple aveva citato in giudizio YouTube nell’aprile dello scorso anno per non aver applicato le proprie politiche e aver consentito agli account falsi di impersonare Ripple e il suo CEO Brad Garlinghouse. Tuttavia, le due società si sono ora stabilite e stanno cercando di sradicare le truffe sulla piattaforma video.

Garlinghouse lo ha reso noto ieri in una serie di tweet. Ha detto: “L’anno scorso, Ripple e io abbiamo citato in giudizio YouTube per non aver applicato le proprie politiche consentendo agli account falsi (che impersonano i miei account verificati/Ripple) di condurre truffe XRP in regalo. Siamo ora giunti a una risoluzione al fine di lavorare insieme per prevenire, rilevare e fermare queste truffe“.

Il CEO di Ripple ritiene che le piattaforme social stiano iniziando a riconoscere il loro ruolo nel consentire il persistere delle truffe sulle criptovalute. Le piattaforme riconoscono inoltre la necessità di essere parte della soluzione per garantire il rilevamento, la prevenzione e l’eliminazione di queste truffe.

La battaglia legale è durata quasi un anno. All’epoca, Garlinghouse aveva twittato: “Oggi, io e Ripple stiamo intraprendendo un’azione legale contro YouTube perché la loro piattaforma è l’epicentro delle truffe degli impostori e non hanno fatto quasi nulla in risposta alle nostre continue richieste di rimozione“.

L’incapacità di YouTube di far rispettare le sue politiche ha provocato danni monetari agli utenti e danni alla reputazione dell’azienda blockchain. I truffatori hanno ingannato le vittime con un omaggio XRP, convincendole a inviare una certa quantità di XRP e ricevere in cambio una somma maggiore.

I dettagli dell’accordo tra YouTube e Ripple non sono stati discussi. Tuttavia, Garlinghouse ha osservato che l’assenza di responsabilità e azione nel settore delle criptovalute porterebbe alla sfiducia nel settore. Era imperativo mantenere la fiducia in un momento cruciale in cui i governi di tutto il mondo stanno guardando da vicino le criptovalute, ha concluso.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.