Home > News > Ripple si difende riguardo al delisting di XRP da parte della SEC

Ripple si difende riguardo al delisting di XRP da parte della SEC

Ripple ha promesso di difendersi dalle cause intentate dalla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti

Ripple ha rilasciato ieri una dichiarazione esortando il mercato delle criptovalute ad ascoltare la sua versione della storia dopo le accuse della SEC. Nella sua dichiarazione, Ripple ha osservato che “Il pubblico e la stampa hanno ascoltato la storia solo dalla parte della SEC, e presenteremo la nostra risposta tra poche settimane per affrontare queste accuse non provate contro Ripple”.

La società afferma che gli addebiti della SEC non si limitano a Ripple e XRP. Invece, Ripple afferma che la SEC sta utilizzando le accuse per abbattere l’intero settore delle criptovalute negli Stati Uniti. “La loro causa ha già colpito innumerevoli detentori di XRP innocenti senza alcun collegamento con Ripple”, ha aggiunto la società.

Ripple afferma che le accuse stanno influenzando gli scambi di criptovaluta, i market maker e i trader. Con le loro azioni, la commissione ha introdotto maggiore incertezza nel mercato e, quindi, ha danneggiato la comunità e il mercato, che dovrebbero proteggere.

Sebbene fornisca una risposta adeguata alle accuse della SEC, Ripple continuerà a sostenere tutti i prodotti e i clienti negli Stati Uniti e in altre parti del mondo. Ripple continuerà a operare poiché la maggior parte dei suoi clienti non si trova negli Stati Uniti. La società ha dichiarato che esistono regole chiare per l’utilizzo di XRP nel Regno Unito, Giappone, Svizzera e Singapore. Quindi, Ripple può continuare a servire i propri clienti a livello globale.

Nonostante la situazione attuale, Ripple ha affermato il suo impegno a lavorare con i Commissari e la nuova leadership della SEC, una volta nominata.

XRP in caduta libera

XRP è stato il più grande perdente finora tra gli altcoin. La criptovaluta ha perso il terzo posto contro Tether (USDT) dopo aver perso oltre il 60% del suo valore nelle ultime settimane. All’inizio di questa settimana, Coinbase e OKCoin si sono uniti a Bitstamp per annunciare i piani per sospendere il trading XRP sulle loro piattaforme. Anche la piattaforma finanziaria e di scambio di criptovaluta Crypto.com ha annunciato la sua intenzione di rimuovere XRP il 19 gennaio 2021.

Gli scambi di criptovaluta hanno citato le continue sfide normative di Ripple con la SEC come motivo per rimuovere XRP dalle loro piattaforme. XRP veniva scambiato a un massimo di $0,6 all’inizio di questo mese. Tuttavia, ha perso più del 60% del suo valore e attualmente viene scambiato a $0,20 per moneta.

Non è chiaro se più scambi di criptovaluta rimuoveranno XRP dalle loro piattaforme. Se ciò dovesse accadere, la criptovaluta potrebbe subire ulteriori perdite nelle prossime settimane.

Etichette:
Questo sito utilizza dei cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità tramite i social media e per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare sul sito o cliccando "OK, grazie" accosenti all'uso dei cookie su questo sito.