Home > News > State Street al servizio dell’ETF BTC, in attesa dell’approvazione della SEC

State Street al servizio dell’ETF BTC, in attesa dell’approvazione della SEC

State Street è stata nominata amministratore del fondo e agente di trasferimento per VanEck Bitcoin Trust

Dopo il successo del Purpose Investments Bitcoin ETF nel primo ETF Bitcoin in Canada-Nord America, sembra che gli Stati Uniti potrebbero potenzialmente seguire l’esempio poiché il VanEck Bitcoin Trust è attualmente in attesa dell’approvazione della Securities and Exchange Commission (SEC) per diventare il primo ETF quotato negli Stati Uniti per fornire esposizione a Bitcoin.

Un comunicato stampa ieri ha annunciato che il fornitore di servizi finanziari State Street è stato nominato amministratore del fondo e agente di trasferimento del VanEck Bitcoin Trust, che mirerà a riflettere le prestazioni del MVIS CryptoCompare Bitcoin Benchmark Rate, meno le spese operative.

State Street attualmente opera in oltre 100 diversi mercati geografici in tutto il mondo e, alla fine dello scorso anno, deteneva $3,5 trilioni di asset in gestione, con $38,8 trilioni di asset in custodia e/o amministrazione.

Il capo dei mercati globali di State Street, Nadine Chakar, ha commentato: “Consideriamo l’implementazione delle risorse digitali come una delle forze più trasformative che interessano il nostro settore nei prossimi 5 anni e siamo già molto attivamente impegnati con clienti e partner nella fornitura di soluzioni. . Il lavoro in corso con VanEck è un altro esempio di State Street che continua a portare avanti la nostra più ampia strategia di costruzione dell’ecosistema delle criptovalute e delle risorse digitali, incentrata sulla creazione di denaro digitale, servizi di custodia e post-negoziazione, trading, e l’emissione di token per questi nuovi tipi di asset”.

State Street ha già una certa esperienza nel settore delle criptovalute e della blockchain. Nel 2018, ha sviluppato servizi di amministrazione di fondi per le risorse digitali in collaborazione con il fornitore di dati di riferimento crypto Lukka, prima di lavorare con l’exchange di criptovalute Gemini su un progetto pilota di risorse digitali nel 2019. State Street ha anche co-fondato Finality, un consorzio che sviluppa una rete bancaria che utilizza blockchain come mezzo di pagamento a catena per i mercati bancari all’ingrosso.

Ora State Street lavorerà con VanEck e, in attesa dell’approvazione della SEC, fornirà servizi tra cui contabilità del fondo, agenzia di trasferimento, presa ordini, custodia delle azioni ETF e operazioni paniere ETF. State Street attualmente serve circa il 70% delle attività degli ETF statunitensi ed è il più grande servicer di ETF a livello globale. State Street serve già gli ETF di VanEck con sede in Australia, Paesi Bassi, Irlanda e Stati Uniti.

Il direttore della strategia per le risorse digitali di VanEck, Gabor Gurbacs, ha aggiunto: “VanEck si impegna a sostenere l’innovazione finanziaria nello spazio delle risorse digitali. Riteniamo che, quando l’ETF sarà approvato, il Trust migliorerà sia i mercati degli asset finanziari che quelli digitali fornendo agli investitori un veicolo semplice, efficiente e sostenuto da istituzioni per accedere ai mercati dei Bitcoin”.

Etichette: