Stellar Development Foundation investe $550.000 in SatoshiPay

La SDF ha donato $550.000 in note di prestito convertibile a SatoshiPay per lo sviluppo della loro soluzione B2B. Il prestito è arrivato in un momento critico della crescita dell’azienda, visti i ridimensionamenti causati dall’epidemia di coronavirus.

Accordo commerciale riuscito
SatoshiPay è un fornitore di soluzioni di pagamento crittografico che attualmente sta lavorando per rendere possibili transazioni transfrontaliere tra entità commerciali.

SatoshiPay, fornitore di soluzioni di pagamento crittografico, ha rivelato che la Stellar Development Foundation (SDF) ha investito $550.000 attraverso titoli di prestito convertibili.

Questo è il terzo investimento fatto da SDF attraverso il suo fondo Enterprise. L’iniezione di contanti verrà utilizzata per supportare SatoshiPay nello sviluppo delle sue soluzioni B2B per pagamenti commerciali transfrontalieri e portafogli digitali.

Essendo una delle prime aziende a utilizzare commercialmente l’SDF, SatoshiPay ha elaborato pagamenti per oltre €650.000 da 200.000 account. Solar, il portafoglio open-source di SatoshiPay per la rete Stellar, è stato scaricato più di 25.000 volte in 40 paesi diversi.

SDF è il partner chiave di SatoshiPay nel fornire manutenzione e supporto alla rete di contabilità decentrata Stellar. Questo investimento dovrebbe rafforzare una partnership già solida tra le due organizzazioni. Funge anche da forte appoggio per il marchio SatoshiPay.

La conversione per le note di prestito dovrebbe avvenire al prossimo round di finanziamento di SatoshiPay.

La sovvenzione verrà utilizzata principalmente per lo sviluppo e la commercializzazione della soluzione B2B SatoshiPay, attualmente in fase di test. La società prevede un prodotto in alpha test chiuso entro otto settimane e un lancio pubblico del beta nel corso del quarto trimestre 2020.

SatoshiPay ha rivelato che finora la reazione iniziale al prodotto è stata positiva. Inoltre, stima che il segmento dei pagamenti commerciali (che è il più grande segmento di questo mercato), così come le aree che si concentreranno nel consentire alle imprese di effettuare pagamenti commerciali oltre confine, genererà 170 miliardi di euro di commissioni annuali di transazione.

Alla luce della pandemia di COVID-19, SatoshiPay ha preso provvedimenti immediati per ridurre i costi e garantire la sicurezza del proprio personale. L’investimento di SDF, combinato con la loro attuale posizione in contanti, ha fornito un capitale circolante sufficiente per l’immediato futuro.

Meinhard Benn, CEO di SatoshiPay, anticipa una crescita considerevole attraverso il proprio modello di business e attribuisce il proprio sviluppo negli anni a SDF.

“Con un aumento della domanda di pagamenti B2B istantanei e la blockchain che matura e consente una rivoluzione dei pagamenti, crediamo di avere un vantaggio nel nostro modello di business blockchain comprovato e scalabile. La nostra crescita nel corso degli anni non sarebbe stata possibile senza SDF, che è stato un partner essenziale per noi nello sviluppo della nostra tecnologia che continua oggi con questo investimento “. Ha dichiarato Benn.

Anche Tony Fabrizi, CEO di Blue Star Capital PLC, una società di investimento in pagamenti, esportazioni e tecnologia con una partecipazione del 27,7% in SatoshiPay, accoglie con favore l’investimento da parte della SDF, affermando che “arriva in un momento critico nello sviluppo dell’azienda. ”