UK FCA propone requisiti aggiuntivi per le imprese cripto

L’autorità di regolamentazione finanziaria del Regno Unito prevede che gli exchange di criptovalute e i gestori di portafogli di custodia di crypto asset dovrebbero fornire informazioni più dettagliate sui loro rapporti finanziari, perché questo aiuterà a contrastare il riciclaggio di denaro sporco.

Image of London skyline
The FCA has taken another step forward in regulating the nation’s emerging cryptocurrency industry

La Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito ha pubblicato un documento, intitolato ‘Extension of Annual Financial Crime Reporting Obligation’, che presenta i piani dell’autorità di vigilanza per estendere gli obblighi di segnalazione dei crimini finanziari alle imprese del settore criptovalute operanti nello UK.

Questa mossa è solo l’ultima richiesta di conformità che sarà implementata sulle attività in criptovalute nel paese.

In base a queste nuove regole i fornitori di crypto wallet e gli exchange saranno tenuti a presentare relazioni finanziarie complete, indipendentemente dai loro ricavi annuali. Questa nuova legge dovrebbe entrare in vigore a partire da gennaio 2022.

“Proponiamo di estendere l’ambito delle imprese che devono fornirci le informazioni REP-CRIM per includervi le società che svolgono attività regolamentate che riteniamo possano comportare un rischio di riciclaggio più elevato. Tale estensione sarà indipendente dalla soglia di fatturato dell’impresa”, si legge nel documento.

La FCA è disponibile a ricevere commenti e osservazioni in merito alle proposte contenute nel documento e ha chiesto di inviare i propri commenti per la valutazione entro il 23 novembre 2020. La dichiarazione di indirizzo che includerà eventuali regole definitive, dovrebbe essere pubblicata entro il primo trimestre del 2021.

L’autorità di regolamentazione spiega che questa estensione pianificata fa parte dei suoi sforzi per aggiornare le attività di sorveglianza antiriciclaggio. La FCA nel documento sostiene che tali misure saranno utili per garantire che i protocolli di regolamentazione dell’agenzia siano guidati dai dati.

“Riteniamo che questo approccio si tradurrà in un miglioramento dei sistemi e dei controlli sul riciclaggio di denaro delle imprese, nella riduzione dei rischi effettivi di riciclaggio e nel miglioramento dell’integrità complessiva del sistema finanziario del Regno Unito. Inoltre è in linea e si basa sulla nostra strategia sui dati, annunciata all’inizio di quest’anno, di usare i dati e l’analisi dei dati per trasformare il nostro modo di regolamentare e ridurre così l’onere per le aziende.”

Questo nuovo obbligo per le imprese cripto, di segnalare i reati finanziari, è in linea con la quinta direttiva antiriciclaggio dell’Unione Europea (AMLD-5).

La FCA ha anche accennato al fatto che in futuro potrebbero esserci ulteriori obblighi di rendicontazione da parte delle imprese del settore criptovalute. Il 2020 è un anno in cui aumenta significativamente il monitoraggio nei confronti del settore delle criptomonete da parte dell’autorità di regolamentazione del Regno Unito.

Prima di queste nuove proposte, la FDA aveva stabilito che tutte le crypto startup del regno devono chiedere licenze operative all’agenzia, emettendo avvertimenti sugli exchange di criptovalute che continueranno a fare affari sprovvisti delle necessarie approvazioni.

FOREX.com
CEX.IO
Bittrex
Uno dei più grandi scambi di criptovaluta.
Alto volume su tutte le coppie
Perfetto per acquirenti / venditori grandi e piccoli
Inizia a fare Trading