Home > News > Utente Paypal bandito per il day trading di criptovalute

Utente Paypal bandito per il day trading di criptovalute

TheCoolDoc condivide la sua sfortunata esperienza nel day trading di criptovalute attraverso il colosso dei servizi di pagamento

Un thread di Reddit, pubblicato ieri, ha rivelato che un netizen dietro il soprannome “TheCoolDoc” ha avuto il suo account permanentemente bannato da PayPal a causa del day trading di criptovalute. Il post ha spiegato che il sistema dell’azienda aveva contrassegnato i suoi frequenti acquisti e vendite di criptovaluta come “vendite di articoli”.

“Il sistema ha segnalato il mio account pensando che stavo vendendo articoli per un valore di $ 10000 in una settimana, quando non l’ho mai fatto negli ultimi 6 anni che possiedo un account PayPal (account USA, tra l’altro)”, ha scritto TheCoolDoc.

Il giorno dopo, TheCoolDoc ha scoperto che la società ha deciso di limitare definitivamente l’account “a causa di potenziali rischi”. Il messaggio aggiungeva che non sarà più in grado di condurre affari utilizzando PayPal.

PayPal ha anche imposto una trattenuta di 180 giorni sui $ 462 nel suo saldo.

PayPal ha annunciato il suo supporto per lo spazio delle criptovalute nell’ottobre di quest’anno quando ha dichiarato che avrebbe consentito agli utenti di acquistare, vendere e detenere criptovalute. Il servizio è reso possibile grazie alla loro partnership con Paxos e una Bitlicense del Dipartimento dei servizi finanziari di New York (NYDFS).

Il gigante dei servizi di pagamento ha spiegato che i titolari di conti statunitensi sarebbero in grado di condurre transazioni in Bitcoin (BTC), Litecoin (LTC), Ethereum (ETH) e Bitcoin Cash (BCH) direttamente all’interno del portafoglio digitale della piattaforma. Tuttavia, i pagamenti effettuati attraverso la rete PayPal con l’uso di criptovalute verranno regolati nel loro equivalente fiat.

PayPal sta gestendo efficacemente i costi di transazione per ogni acquisto e vendita di criptovalute, un dettaglio degno di nota perché TheCoolDoc, che ha una media di $ 10.000 a settimana attraverso il day trading, probabilmente ha posto un pesante fardello sulla piattaforma con i suoi costi di transazione.

“La nostra portata globale, la nostra esperienza nei pagamenti digitali, la nostra rete bilaterale e rigorosi controlli di sicurezza e conformità ci forniscono l’opportunità e la responsabilità di facilitare la comprensione, il riscatto e l’interoperabilità di questi nuovi strumenti di scambio”, ha affermato PayPal.

Sembra che il gigante dei pagamenti abbia ancora molta strada da fare per perfezionare il proprio servizio di criptovaluta, come illustrato dall’esperienza di TheCoolDoc.

L’utente ha recentemente aggiornato il post e ha rivelato che non è stato possibile recuperare l’account poiché l’azienda non ha la possibilità di presentare ricorso contro le decisioni finali riviste.

“[L’azienda] Voleva sinceramente aiutarmi e credo che abbia capito quanto fosse folle questo divieto perché non vendevo oggetti a nessuno tranne PayPal (PayPal si mostra come acquirente e venditore quando acquisti da ‘PayPal Crypto’). Alla fine ha capito che era una cosa simile al day trading e anche dopo non ci sono opzioni di appello (ci ha provato) ed è definitiva “, ha scritto TheCoolDoc.

Questo è servito da deterrente per molti utenti, convincendoli a eludere la tentazione del trading ad alta frequenza su PayPal per ora.

Etichette:

Iscriviti alla nostra newsletter esclusiva!

Notizie su misura per te

Zero SPAM

Notizie sulle Altcoin

Disiscriviti quando vuoi

Dopo esserti iscritto, occasionalmente riceverai via e-mail offerte speciali da parte nostra. Non venderemo o distribuiremo mai i tuoi dati a terzi. Guarda la nostra informativa sulla privacy qui.