Ultime Notizie

Vendita massiccia di Bitcoin: cosa ha causato il crollo del prezzo di BTC?

0 Commenti

In questi ultimi giorni stiamo assistendo a un calo pesante del prezzo di bitcoin che non riesce a trovare grandi giustificazioni, seppure gli esperti avanzano le loro ipotesi e teorie su quanto sta accadendo. Bitcoin ha toccato il punto più basso a e al momento viene scambiato a (fonte dati: coinmarketcap.com).

Vendita massiccia di bitcoin
Vendita massiccia di bitcoin

Il calo evidente e significativo è al momento classificato come il terzo più pesante nella storia di BTC. Cali ben più sostenuti si sono verificati nel 2011 con una perdita di valore del 93% (da a ) e nel 2014 un crollo dell’83% a seguito del caso Mt. Gox (da a ). Il crollo attuale (del 78%) viene contabilizzato a partire dal 19 dicembre 2017, giorno in cui il BTC raggiunse i presso alcuni exchange di criptovalute.

Cosa sta causando il crollo del bitcoin?

Le vendite sono iniziate nel primo pomeriggio del 14 novembre a meno di 24 ore dall’hard fork sulla blockchain di Bitcoin Cash (BCH) . Alcuni indicano nelle dinamiche che hanno dato vita al fork le preoccupazioni degli investitori. Ma se si analizza bene la vicenda, si può notare come in realtà si sia trattato solo di un buon momento per speculare e niente altro. Il fork ha dato vita a Bitcoin Cash ABC (BCHABC) e a Bitcoin Cash SV (BCHSV), nei momenti iniziali il secondo è quello che ha ricevuto le maggiori attenzioni da parte degli speculatori più competenti. Questi ultimi erano sicuri della poca validità del progetto di BCHSV, ma lo hanno sostenuto quelle ore che sono bastate a far salire vertiginosamente il prezzo prima di venderlo in massa. Anche il comportamento dei miner lo ha confermato: nelle prime ore hanno appoggiato BCHSV per raccogliere e subito vendere la criptovaluta, salvo poi passare sulla blockchain di BCHABC prosecutrice del progetto BCH.

Coinmarketcap.com, alla luce delle recenti evoluzioni, ha deciso di riunificare i dati di Bitcoin Cash e di Bitcoin Cash ABC in una sola pagina. Questa scelta indica come il fork sia stato solo un tentativo speculativo che ha generato instabilità momentanea. Del resto BCHSV è il frutto di Craig Wright, l’auto proclamatosi Satoshi Nakamoto.

La quiete dopo la tempesta

Chi segue tutti i giorni l’andamento di bitcoin, sa benissimo che negli ultimi mesi BTC ha mantenuto una sorta di parità e una bassa volatilità, presagio di un cambio di direzione improvviso e deciso, proprio come quello stato di quiete apparente che sembra precedere la tempesta.

Tutto è perduto? In realtà bisogna mantenere i nervi saldi, perché il settore delle criptovalute è proprio questo: forte variabilità, delle volte a carattere temporalesco.

Cosa attendersi per il futuro del Bitcoin?

Questo è il momento giusto per comprare bitcoin o meglio attendere? Noi consigliamo di leggere le nostre guide per acquistare bitcoin con carta di credito o per comprare BTC con PayPal, e di tenersi pronti al prossimo rialzo speculativo.

Bitcoin, ha ancora tutto il potenziale per trasformare il denaro globale: parola di Bruce Fenton di Bitcoin Foundation

Featured Image : Pixabay

Vendita massiccia di Bitcoin: cosa ha causato il crollo del prezzo di BTC?
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.