Ultime Notizie

Come mai Google ha rimosso alcuni wallet di criptovalute da Play Store

0 Commenti

La notizia ha dell’incredibile ma è realmente accaduto, Google ha eliminato le app wallet Bitcoin.com, Copay e BitPay dal Play Store. Apparentemente l’eliminazione delle applicazioni non ha avuto alcuna motivazione, ma il numero uno di Bitcoin.com Roger Ver presume che la motivazione sia da ricercare nel blocco da parte di Google di tutte le applicazioni mobile progettate per fare il mining di bitcoin e delle crittovalute in generale.

Naturalmente si è trattato di un errore e di una incomprensione, forse anche di una mancanza di competenza nel settore da parte degli addetti al Play Store di Google, che non sanno distinguere una applicazione atta all’estrazione di cripomonete da un portafoglio di valute digitali.

Fatto sta che Bitcoin.com è stato reintrodotto nel giro di poche ore per il sollievo dei suoi utilizzatori, mentre CoPay e BitPay hanno dovuto attendere un po’ in più.

 

I wallet sono operativi e scaricabili

Chiarito l’equivoco i tre wallet di criptomonete sono riapparsi nel Play Store, dove basta cercarli come al solito per installarli senza problemi.

Il fatto ha suscitato grande scalpore perché si tratta di tre tra i migliori wallet per conservare criptomonete del panorama crypto. BitPay wallet, società a cui appartiene anche il portafoglio CoPay, è famoso anche per i sofisticati servizi forniti a commercianti al dettaglio ed a settori come l’immobiliare e donazioni.

Gli utilizzatori dei tre portafogli di bitcoin sono stati rassicurati dalle rispettive società circa la sicurezza dei loro fondi, che non sono mai stati a rischio. Gli utenti possono stare tranquilli e continuare a comprare bitcoin utilizzando i servizi implementati nelle rispettive piattaforme, tra cui troviamo l’exchange istantaneo ShapeShift.

L’alternativa agli app wallet

Come evitare di dipendere dalle app wallet di terze parti ed avere allo stesso tempo le nostre criptovalute a portata di mano? La soluzione esistente da alcuni anni si chiama hardware wallet, dispositivi fisici nei quali conservare fino a 500 altcoin e token contemporaneamente.

Gli hardware wallet assumono varie forme, ma tutte svolgono l’identica funzione di gestire al sicuro i tuoi fondi. Rispetto agli app wallet, inoltre, offrono maggiori garanzie di sicurezza, non essendo direttamente connessi alla rete internet.

Tra i maggiori produttori di hardware wallet troviamo la società Trezor ed i Ledger wallet di cui abbiamo scritto una recensione apposita. Restando sui wallet Ledger, va aggiunto che di recente la società ha implementato il supporto per il wallet EOS, ciò significa che comprando EOS è ora possibile conservare la altcoin sul Ledger Nano S.

A quali portafogli di criptovalute affidarsi?

Bisogna verificare sempre il servizio wallet a cui ci si affida. Per andare sul sicuro puoi scegliere soluzioni come il wallet Coinbase che offre anche servizio di scambio criptovalute.

Tra le applicazioni desktop di recente abbiamo testato il wallet Exodus, software di gestione dei crypto asset dal design elegante. Se vuoi sapere quali sono i migliori wallet BTC del 2018 leggi l’articolo appositamente pensato.

Conclusioni

Prima di lasciarti alle tue prossime letture, ti invitiamo a difenderti dal cryptjacking leggendo la guida che abbiamo scritto di recente. Questo fenomeno si è molto diffuso negli ultimi mesi ed è importante sapere come difendersi.

Come mai Google ha rimosso alcuni wallet di criptovalute da Play Store
Rate this post

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Informativa sul rischio: investire in valute digitali, azioni e altri valori mobiliari, materie prime, valute e altri prodotti di investimento derivati (ad es. contratti per differenza, “CFD”) è speculativo e comporta un elevato livello di rischio. Ogni investimento è unico e comporta rischi unici.

I CFD e altri derivati sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdita del denaro in tempi brevi a causa della leva. Valuta se comprendi come funzionano gli investimenti e se puoi sostenere l’elevato rischio di perdere denaro.

I prezzi delle criptovalute possono oscillare ampiamente e, pertanto, tali strumenti non sono adatti a tutti gli investitori. Il trading di criptovalute non è supervisionato da alcun quadro legislativo UE. La performance passata non garantisce risultati futuri. Qualunque storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. Il tuo capitale è a rischio.

Facendo trading su azioni, il capitale è a rischio.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri. Lo storico di trading presentato interessa un periodo inferiore a 5 anni, salvo ove diversamente indicato, e potrebbe non essere sufficiente per prendere decisioni di investimento. I prezzi possono oscillare al ribasso, così come al rialzo, anche notevolmente e si potrebbe essere esposti a variazioni dei tassi di cambio. È possibile perdere tutto o parte dell’importo investito. Gli investimenti non sono adatti a chiunque; assicurati di aver compreso appieno i rischi e gli aspetti legali che tale attività comporta. In caso di incertezza, richiedi una consulenza legale, fiscale e/o contabile indipendente. Questo sito non fornisce consulenza finanziaria, legale, fiscale o contabile. Alcuni link sono affiliati. Per maggiori informazioni, leggi l’Informativa integrale sul rischio e il disclaimer.