Wyoming Pronto ad Ospitare le Prime Banche di Criptovalute del Mondo

I regolamenti nel Wyoming sono stati adeguati per permettere alle valute digitali e agli investitori di prosperare

Campidoglio dello stato a Cheyenne, Wyoming
Questo affascinante stato potrebbe presto ospitare la prima banca di criptovaluta al mondo

La prima banca di criptovaluta al mondo avrà sede nel Wyoming, negli Stati Uniti. Lo stato sta attualmente accettando le domande di noleggio per le banche che intendono servire i clienti attraverso la gestione patrimoniale digitale.

Un articolo pubblicato dal Wyoming Business Report ha rivelato che lo stato è stato aperto alle applicazioni dallo scorso novembre. Una delle società che stanno cercando di candidarsi è il gruppo finanziario Avanti, che ha sede a Cheyenne.

La legislatura del Wyoming ha approvato diverse misure con l’obiettivo di preparare l’ambiente normativo dello stato per la presenza e la gestione di valute digitali come Ethereum, Bitcoin, Litecoin, Ripple e il resto. La banca dovrebbe operare utilizzando la tecnologia blockchain.

Avv. Matthew Kaufman, dello studio legale con sede a Cheyenne, Hathaway e Kunz LLP, ha rivelato che gli sforzi dello Stato Cowboy per integrare le criptovalute con le principali operazioni finanziarie sono stati guidati dall’allora economicamente necessarie opzioni di diversità per il Wyoming (ENDOW) del Governatore Matt Mead. Kaufman è stato reclutato per servire nella Coalizione Blockchain con l’obiettivo di aiutare a stabilire la base dello stato in altri settori commerciali oltre ai combustibili fossili.

“Wall Street ha rigide linee guida normative sul suo utilizzo, commercio e crescita. D’altra parte, il Wyoming è più agile e può muoversi rapidamente per rispondere alle esigenze del settore. ” Ha spiegato Kaufman.

Mentre il mercato globale ha migliorato la sua posizione nei confronti delle valute digitali, una banca ufficiale responsabile della gestione di tali valute ancora non esiste.

Una sfida significativa per la crescita delle valute digitali è la mancanza di accesso agli istituti bancari. A causa dell’elevato rischio e volatilità associati all’investimento in criptovalute, le banche non soddisfano le richieste di cripto-investitori o scambi di aprire conti bancari.

Ciò ha comportato una mancanza mondiale di accesso ai servizi di base per gli investitori e le imprese in valuta digitale. Non sono in grado di gestire le buste paga, richiedere prestiti, effettuare trasferimenti o disporre di conti formali per semplici servizi di denaro. Ciò spinge le aziende a loschi fornitori finanziari di terze parti.

Il Wyoming è ora diventato il primo stato a creare un quadro giuridico per uno statuto bancaria che consente alle valute digitali di accedere a un sistema bancario. Questo processo è stato avviato nel 2019 quando il legislatore ha emanato un disegno di legge che istituisce gli istituti di deposito per scopi speciali (SPDI). Questo ha autorizzato gli istituti di noleggio a “ricevere depositi e svolgere altre attività accessorie, tra cui la gestione patrimoniale fiduciaria, la custodia e le attività correlate, concentrandosi fortemente su valute virtuali, titoli digitali e token di utilità”.