Xfers introduce la stablecoin ancorata al dollaro di Singapore

XSGD è la prima stablecoin al mondo conforme alle normative “Travel-Rule”

Mano stringe una mazzetta di dollari di Singapore
Questa moneta potrebbe significare l’inizio della fine del dominio del dollaro USA nel settore delle stablecoin?

Xfers, una società di pagamenti con sede a Singapore, ha annunciato formalmente il rialscio della stablecoin XSGD. Il valore di XSGD è ancorato al valore del dollaro di Singapore (SGD). Si tratta di uno dei primi token il cui valore è legato al SGD, e spiana la strada alle imprese e agli individui con sede nel paese interessate a effettuare transazioni con una criptovaluta ancorata alla loro valuta nazionale.

XSGD è stato generato sulle blockchain di Zilliqa ed Ethereum e fa parte dell’iniziativa StraisX di Xfer.

Aymeric Salley, il capo di StraitsX, ha dichiarato che la stablecoin è conforme alla normativa nota come “Travel Rule”, ed anche alle linee guida PSN01 dell’Autorità monetaria di Singapore. Tali regole si occupano primariamente dei requisiti di identificazione degli utenti, i quali possono acquistare o riscattare la stablecoin sulla piattaforma Xfers solo dopo aver completato il processo di riconoscimento del cliente.

L’intera piattaforma sarà sottoposta a regolari valutazioni del rischio e a un costante monitoraggio delle transazioni, in linea con le numerose norme antiriciclaggio esistenti e implementate in tutto il mondo.

Salley osserva che le normative di Singapore non fanno distinzione tra le diverse forme di moneta elettronica, il che implica che le imprese cripto possono operare nel paese fintanto che dimostrano di rispettare tali linee guida generali.

Salley ha aggiunto che il token XSGD può essere liberamente prelevato dalla piattaforma e usato per fare transazioni su wallet non-custodial.

Sharon Paul, il responsabile dei pagamenti di Xfers, ha rivelato che con XSGD la società compie un passaggio naturale verso la fornitura di maggiore accesso finanziario.

“I pagamenti sono il più delle volte il primo passo per consentire l’accesso finanziario. Considerando questo andamento e osservando l’aumento della tokenizzazione degli asset, è risultato essere naturale per il nostro team includere una stablecoin nella nostra offerta di opzioni di pagamento”, ha spiegato.

“È con grande entusiasmo che offriamo XSGD come opzione di pagamento interoperabile e senza soluzione di continuità per i settori dei beni digitali e dei mercati dei capitali.”

Il token XSGD è per ora disponibile su Zilswap, un exchange decentralizzato operante su Zilliqa, ma il team di Xfers è al lavoro per consentire l’uso della stablecoin anche in altri sistemi di DeFi.

Salley ha sottolineato che l’ambito delle stablecoin è attualmente dominato dal dollaro USA, e parte della missione di Xfer è quella di far sì che le altre valute fiat ricevano la visibilità di cui hanno bisogno.

“Abbiamo assistito ad un significativo aumento nell’adozione delle stablecoin negli ultimi anni, tuttavia, il 98% del mercato è dominato dalle stablecoin legate all’USD. Riteniamo che sia giunto il momento di far emergere le stablecoin ancorate ad altre valute nazionali come il dollaro di Singapore.”